Ariccia, preso il secondo presunto omicida di Lupescu: caccia all’altro

0
30

 E’ stato arrestato a Rosarno (in provincia di Reggio Calabria) il romeno di 32 anni ritenuto uno dei tre esecutori materiali dell’omicidio di Costel Lupascu, il 31enne romeno ucciso a bastonate davanti alla compagna in una baracca allestita nella pineta di Ariccia, alle porte di Roma, il 27 giugno scorso. L’uomo, nel frattempo, era scappato in Calabria dove pensava di non essere rintracciato. Le febbrili indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Velletri, invece, hanno consentito di rintracciarlo, grazie alla collaborazione dei Carabinieri della Tenenza di Rosarno che hanno materialmente arrestato l’omicida, notificandogli un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Velletri. L’arrestato si trova ora nel carcere di Palmi (RC) a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Già il primo dei tre autori del brutale omicidio (Ionel Mihalache) era stato identificato e fermato dai Carabinieri di Velletri poche ore dopo il fatto. I Carabinieri della Compagnia di Velletri stanno stringendo il cerchio anche per ciò che riguarda il terzo componente della banda protagonista dell’efferato delitto. Gli inquirenti sembrano convinti che il “terzo uomo” sia stato un conoscente della vittima e degli altri due fermati, probabilmente si tratta di un loro connazionale.