Litorale, malmena e rapina prostituta: arrestato

0
30

 Alle sue strane e particolari richieste sessuali lei non ha ceduto, così lui l’ha minacciata e ha tentato una rapina. E’ quanto accaduto lunedì scorso ad Ostia. Protagonista di questa vicenda P.A., quarantenne italiano, di professione operaio. I fatti sono andati in questo modo: il quarantenne stava cercando una prostituta per trascorrere qualche ora con lei, e si è imbattuto in una ragazza romena. Prima si è avvicinato a lei con l’automobile, poi l’ha fatta salire per raggiungere un luogo più nascosto. Dopo essere arrivati in una zona appartata, l’uomo ha iniziato a pretendere dalla donna una prestazione sessuale che la donna rifiutava di fornire. Lui ha cercato di convincerla, ma i suoi continui  rifiuti hanno provocato nell’uomo uno scatto d’ira che gli ha fatto perdere il lume della ragione. Così ha estratto un grosso coltello a serramanico e ha iniziato a dare in escandescenze. Prima l\’ha minacciata, colpendola con schiaffi e pugni sul viso, poi ha tentato di strapparle via la borsa. Per sfuggire alla furia dell’uomo, la donna ha cercato di aprirsi una via di fuga scendendo dall’auto, ma è stata raggiunta immediatamente e picchiata di nuovo. Solo l’arrivo di alcuni bagnanti nella zona hanno costretto alla fuga l’aggressore. La ragazza era disperata: scattato immediatamente l’allarme, sul posto è giunta una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Ostia. A loro la donna ha raccontato l’episodio di violenza. Così, i militari hanno architettato con lei un piano per cercare di farlo cadere nella trappola. Il gioco passava attraverso una telefonata di lei a lui. “Sì, va bene, lo facciamo”, ha detto la romena all’operaio, acconsentendo al suo particolare giochino sessuale. Forse preso dalla voglia di voler portare a termine il suo sogno erotico, è tornato da lei dopo pochi minuti. Si è fermato in strada, come la volta precedente. Si è avvicinato a lei, stavolta proprio con l’obiettivo di picchiarla, ma in questo istante è scattato il blitz dei carabinieri, che si erano appostati a pochi metri di distanza: ora il 40enne dovrà rispondere del reato di tentata rapina aggravata. Dopo averlo ammanettato, i carabinieri hanno perquisito l’auto usata durante l’aggressione: lì hanno rinvenuto, nascosto sotto il sedile, il coltello usato poco prima per rapinare la giovane prostituta romena, che nel frattempo era stata portata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Ostia, dove ha ricevuto una prognosi di alcuni giorni per contusioni ed ecchimosi.