Basket, Palestrina fa il bis: espugnata Siena

0
31

SIENA 65

PALESTRINA 70


SIENA: Derraa 3, Portannese 20, Mirone ne, Casadei 14, Imbrò ne, Cuccarolo 4, Altieri ne, Andreaus 10, Carenza 10, Tomasiello 4. All. Billeri.


PALESTRINA: Alessandri 18, Bronzino 2, Laudoni 12, Gagliardo 4, Lagioia 10, Benini 8, Gironi 13, Rischia 3, Cara ne, Plateo ne. All. Steffè.


Parziali: 19-20, 38-35, 47-49.


Il Palestrina non si ferma e dopo Perugia espugna anche il campo di Siena. Nel secondo turno di Coppa Italia, infatti, la formazione arancioverde ha avuto la meglio sui toscani (che avevano eliminato al primo turno il Montecatini) per 65-70 nella gara di andata, e ora dovrà cercare di arginare il “ritorno” del Siena in casa propria per accedere alla fase successiva. 

Billeri recupera Carenza e Tomasiello, mentre gli ospiti fanno ancora a meno di Barraco e Perna, più un Plateo a riposo in panchina per i postumi della noia alla coscia; parte meglio Siena ma Gironi risponde, mentre Lagioia compie il secondo fallo e lascia il posto a Laudoni. Palestrina passa in vantaggio con sei punti di Benini (7-9), ma in sostanza il quarto permane davvero equilibrato, e dopo il +4 per i padroni di casa un positivo Laudoni infila in contropiede i punti per il nuovo sorpasso (19-20), punteggio col quale si chiude questa frazione.

Buon momento per gli arancioverdi ma Portannese in un amen con la complicità di Tomasiello opera un break di 7-0. Rischia in cabina di regia e la vena realizzativa di Laudoni interrompono il breve black-out, anche se una menzione speciale va a Gironi che si avvicina alla doppia cifra a coronamento finora di una prova davvero soddisfacente. 

Primo canestro dal campo per Alessandri (30-33), ma Carenza con un gioco da tre punti impatta nuovamente. Intervallo che vede stavolta avanti i toscani con l\’ultimo tentativo di Laudoni che non ha fortuna.

Nella ripresa subito in panchina Benini per il terzo fallo, ma rientra Lagioia che scalda subito la mano da tre, imitato da Portannese che però deve guadagnare la panchina per falli. Sonnacchioso avvio di secondo tempo, con punteggi quasi bloccati, fioccano gli errori da entrambe le parti e solo un libero di Laudoni sblocca la situazione (45-43) prima della tripla improvvisa di Alessandri e il fallo antisportivo di Derraa, che ravvivano la contesa. Chiude questo terzo quarto una penetrazione di Tomasiello: 47-49.

Nessuna delle due squadre riesce a trovare una fuga, Benini è il primo a raggiungere il limite di falli. Leggero nervosismo e continui errori non fanno decollare il ritmo della gara, 52-54 a sei minuti dal termine, poi è una rimessa sbagliata a regalare il pallone del pari ai toscani.  Portannese firma il 59-56 senza però fare i conti con la tenacia dei giovani prenestini che rientrano poco alla volta e tornano avanti con una bomba di Alessandri. E\’ l\’ex della gara a risolvere la partita, freddissimo dalla lunetta il marscianese che scava il piccolissimo gap con cui gestire al meglio gli ultimi secondi, mentre è infine Lagioia a suggellare la vittoria con altri due tiri liberi, Palestrina si porta a casa questa gara d\’andata chiudendo con il 58% da due, il 38% da tre e l\’81% ai liberi. Un\’iniezione di fiducia per tutto l\’ambiente.

Dopo questa bella vittoria in Coppa Italia, Palestrina – in attesa del ritorno fissato per il 16 settembre alle ore 19, che vale  la qualificazione al concentramento a quattro squadre che si svolgerà il 19 e 20 in sede da stabilire – si trasferisce a Rieti per disputare un quadrangolare in memoria di Sandro Cordoni, organizzato dal Rieti Basket Club. Nel PalaSojourner si affronteranno, venerdì e sabato prossimi,  Rieti (serie B), Ravenna (B), Forlì e Palestrina (serie A Dil). Gli incontri di semifinale sono fissati per venerdì: ore 19  Rieti – Ravenna; ore 21 Palestrina – Forlì. Le finali DI sabato vedono: ore 17 finale 3° e 4° posto e ore 19 finale 1° e 2° posto.

Sarà un ulteriore test di avvicinamento alla prima giornata di campionato in programma al PalaIaia il 27 settembre alle ore 18, quando arriverà la neo promossa Agrigento. Il calendario di inizio stagione prevede poi per gli arancioverdi l\’ostica trasferta a Trapani (4 ottobre), la gara casalinga contro Sant\’Antimo (11 ottobre) e la doppia e insidiosa trasferta in Lucania (Potenza il 18 e Matera il 25 ottobre).