Disabili, a Ostia nascerà lo Sportello per la vita indipendente

0
26

Sarà un fiore all’occhiello del litorale romano. E sarà sicuramente, un modello da prendere ad esempio per altre istituzioni locali. Si tratta dello Sportello per la vita indipendente, che sarà presto tutto dedicato alle persone diversamente abili. L’idea è venuta alla Consulta delle Persone Diversamente Abili del XIII municipio. Nell’Aula Consiliare “Massimo di Somma” si sono incontrati i rappresentanti della Consulta per fare un primo bilancio, dopo la pausa estiva. Michele Colangelo, Presidente della Consulta, ha illustrato il lavoro portato a termine in stretta collaborazione con l’assessorato alle Politiche Sociali del XIII Municipio. Colangelo ha spiegato che si stanno portando a termine con l’amministrazione del litorale “ottimi risultati”. Nell’arco di pochi mesi si è raggiunto l’obiettivo del diritto di scelta delle scuole sul gestore che si occupa dell’assistenza ai ragazzi disabili. Ma questa è la novità: l’inaugurazione a breve dello “Sportello per la Vita Indipendente” che si riunirà due volte al mese per fornire aiuto a chi ne ha bisogno. Di fatto si tratta di una azione nuova per Ostia che vedrà un concreto sostegno a favore dei portatori di handicap. Ed è una vera e propria “rivoluzione” sul fronte dell’assistenza. Si parla, infatti, di “Vita Indipendente" e si esplicita nella possibilità di far essere liberi i disabili nelle loro scelte, senza quei “no” dettati spesso anche dalle difficoltà di accesso ai servizi. Un obiettivo di non poco conto, visto che si tratta di una modifica completa del modo di vedere le politiche pubbliche sotto il fronte dell’assistenza ai portatori di handicap. Tra le azioni promosse dalla consulta, d’intesa con il municipio, inoltre, c’è anche l’assistenza 24 ore leggera, su cui potrà contare chi necessita di un fattivo supporto non solo nelle ore diurne, ma anche in quelle notturne. “Questo servizio- ha sottolineato Colangelo – sarà attivo nel giro di un mese”. “Lavorare fianco a fianco con i cittadini – ha detto Lodovico Pace, assessore alle Politiche Sociali del XIII Municipio – è il modo più concreto per capire i loro problemi. La nostra politica si basa sulla collaborazione con i diretti interessati, ed è nostro impegno garantire e tutelare i loro diritti. Con la Consulta per le Persone Diversamente Abili- ha concluso Pace- abbiamo iniziato un percorso importante, che porterà il XIII Municipio sempre più volto verso una

totale integrazione”.