Palestrina, evade dagli arresti e accoltella un amico

0
27

 A chiamare i soccorsi sono stati i vicini, allarmati dalle grida che provenivano dall’appartamento di fianco.

Erano le ore 22,00 ieri nel quartiere Croce di Palestrina, uno dei più popolati dell’intera area prenestina.

M.A. 28enne, pregiudicato del posto, evaso dagli arresti domiciliari, dove era detenuto per reati di furto, si era recato presso la vicina abitazione di un suo conoscente, anch\’ egli pregiudicato, per rivendicare una promessa non mantenuta. Il giovane ha iniziato subito ad alzare la voce, accusando l’amico di aver rottamato un’auto che gli aveva promesso.

Il malinteso nasce da una mancata comunicazione di M.A. Ogni tentativo di spiegazione viene resa vana dal nervosismo incalzante. Tutto si è concluso sull’uscio di porta dove il proprietario stava pregando il malintenzionato di uscire. Improvvisa la reazione. Un coltello a serramanico di media grandezza conficcato prima al braccio e poi su un fianco.

L’intenzione, come rilevato dai carabinieri intervenuti subito sul posto, era quella di uccidere, ma il giovane amico si è salvato grazie alla prontezza dei riflessi. Superficiali le ferite riportate ma è stato necessario comunque il ricovero all’Ospedale Coniugi Barnardini dove la vittima è stata dimessa con dieci giorni di prognosi.

L\’ aggressore è stato rintracciato pochi minuti dopo in una via limitrofa all’abitazione con addosso ancora la maglietta sporca di sangue.

Arrestato con l\’ accusa di tentato omicidio ed evasione, si trova ora presso la casa circondariale di Roma-Rebibbia a disposizione dell\’ Autorità Giudiziaria di Tivoli.

 

                                                                                 Carmine Seta