Calcio, Diana Nemi: cinismo vincente

0
28

REAL POMEZIA – DIANA NEMI 0-1

Marcatore: 6’ st Dezi (DN). 


Con il cinismo si vince. E si rimane in vetta. E’ un po’ questo il motto della Diana Nemi che espugna il campo del Real Pomezia e resta a braccetto con l’Anziolavinio in attesa del faccia a faccia di domenica prossima. Sono stati 90’ non trascendentali per il gioco espresso, con i gialloblu che hanno fatto girare di più il pallone e la squadra di Liberati che ha agito di rimessa. Il team di Mosciatti inizia meglio e cerca di sfruttare gli spazi concessi dai biancocelesti, al 7’ Spaziani di testa fa una sponda per Gioacchini in area a destra, ha due terzi di porta libera per colpire ma spreca con un destro sporco che esce sul secondo palo. La Diana Nemi è attendista e lascia l’iniziativa agli avversari, il primo tiro al 15’, dopo un batti-ribatti Renelli sgancia un sinistro dal limite che sorvola l’incrocio dei pali. I padroni di casa si lanciano all’attacco, ma la linea difensiva bassa dei castellani impedisce a Spaziani & Co. di avvicinarsi alla porta. Al 27’ Spaziani dal limite destro vede uno spicchio di porta sguarnito e prova a insaccare la palla, ma la mira, fuori di pochi centimetri, grazia Remiddi. Nei secondi 45’ di gioco la sorniona Diana Nemi si trasforma e passa all’attacco, soprattutto nei primi minuti. Siamo al 6’ e qui si decide la partita: azione lacustre portata avanti da Pagnotta sulla destra, poi la palla passa a Dezi in area, spalle alla porta; il n. 11 castellano si gira di 180° e calcia un rasoterra mancino velenoso, Rau non copre bene il palo e la sfera gonfia la rete. Al 9’ Dezi, migliore in campo, da destra serve Bogdanov in area, il russo avanza e viene atterrato da Tocchi, rigore sacrosanto che però l’arbitro Guarino non concede. Dopo il blackout il Real torna pericoloso al 17’, Petroccia da centrocampo lancia Pretelli rimasto solo alla destra dell’area, Remiddi gli esce incontro e il tiro di Pretelli è respinto. L’ultima occasione dei locali al 35’, numero di Di Nardi dalla sinistra disorienta due difensori con una finta, entra in area e calcia un destro basso che termina sull’esterno. La Diana Nemi al 44’ potrebbe dare il colpo di grazia, Parentela entra in area solo davanti a Rau, ma cincischia al tiro e il portiere gli leva la palla.