Da Vinci, arrestato hacker latitante legato alla criminalità campana

0
41

 E\’ stato compiuto un nuovo importante arresto nello scalo romano del Leonardo da Vinci. La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Napoli ha messo le manette ai polsi di Fabrizio Iannelli, pericoloso hacker e personaggio di spicco di alcune associazioni criminali che operano a Napoli tra Scampia, Vasto, Arenaccia e l\’agro di Nola. Iannelli, latitante dal marzo scorso, grazie ad alcune intercettazioni telefoniche e dopo accurate indagini telematiche e finanziarie sarebbe stato stato individuato in Thailandia e al "Da Vinci" gli sono state notificate le due ordinanze di custodia cautelare in carcere disposte dal Tribunale partenopeo. Stando a quanto accertato dagli inquirenti che hanno proceduto al suo arresto, Iannelli avrebbe fatto affari milionari grazie ad attività di hackeraggio in cui erano coinvolte società di telefonia, banche e di servizi informatici. Le indagini degli “007” della postale hanno accertato i suoi affari poco puliti nei Paesi dell’est Europa. Una volta sentitosi braccato dalle forze dell’ordine, però, aveva preferito spostarsi fuori dall’area Schengen, dando vita a nuove e complesse truffe informatiche.