Stupro di Guidonia, 16 anni ai quattro romeni

0
37


Sedici anni di carcere. E\’ quanto dovranno scontare i quattro romeni accusati di avere aggredito una coppia di fidanzati a Guidonia in via della Selciatella la notte tra il 21 e il 22 gennaio del 2009. E\’ arrivata ieri, al termine del processo per direttissima, la sentenza del giudice Elvira Tamburelli che ha così accolto le richieste del pm di Tivoli Filippo Guerra. Alla lettura della sentenza era presente solo il ragazzo della coppia di fidanzati, mentre lei non ha mai presenziato al dibattimento svoltosi a porte chiuse. Il “branco” è accusato di aver prima picchiato selvaggiamente e chiuso nel bagagliaio il 24enne, poi a turno abusato della ragazza di 21 anni. La violenza è avvenuta intorno all\’una di notte: la coppia si era appartata in auto in una stradina isolata quando è stata avvicinata dai balordi. Grazie all’aiuto di due connazionali, Mugurel Goia e Ionut Barbu, i romeni riuscirono a fuggire e a far perdere le loro tracce ma furono arrestati qualche giorno dopo, incastrati da una telefonata effettuata con il cellulare della ragazza. I quattro, Mirel Huma, Cristinel Coada e i fratelli Ciprian e Lucian Trinca sono stati accusati di violenza sessuale di gruppo, rapina aggravata, lesioni personali gravi e sequestro di persona. Goia Mugurer sarà giudicato con il rito ordinario a giugno per favoreggiamento. L\’altro romeno Anton Barbu, accusato sempre di favoreggiamento, sarà invece giudicato con rito ordinario ma la sua posizione è stata stralciata per un difetto di notifica. Il giorno dell\’arresto dei presunti stupratori, all\’uscita dalla stazione dei carabinieri di Guidonia di uno dei sei romeni, ci fu un tentativo linciaggio da parte della folla che assediava la stazione.

                                                          

                                                                                 Stefano Crocco