Gaia, arrivano gli stipendi

0
44

 Un primo segnale positivo ma resta ancora troppo poco per coprire tutte le passività. Con il versamento di seicentomila euro, quattrocento da Frascati e duecento da Valmontone, il Gaia ha dato il via libera ai pagamenti delle mensilità di gennaio. I sindacati avevano dato l’ultimatum fino alla serata di ieri. Già nella mattinata però, nell’incontro tenutosi nella sala consiliare di Colleferro tra i comuni soci e il dott. Petrasso, direttore dell’area amministrativa, l’azienda aveva dato i primi segnali positivi di ripresa.

I bonifici dovrebbero arrivare entro martedì, ciò vorrà dire che salvo disguidi bancari, gli stipendi dovrebbero essere accreditati entro venerdì prossimo. Soddisfazione è stata espressa dai sindacati, occupati nella stessa mattinata, in una conferenza stampa in Regione.

«Si tratta di un segnale positivo – dichiara Remo Cioce, segretario regionale dell’Ugl igiene ambientale – ma preoccupa ancora l’assenza di molti comuni che proprio non ne vogliono sapere di questa crisi. Rimaniamo comunque in attesa di una comunicazione ufficiale da parte dell’azienda dell’avvenuto pagamento – continua – altrimenti siamo costretti a intervenire con nuove manifestazioni di protesta.» Già nel corso del 2009 i lavoratori avevano percepito in ritardo la mensilità del mese di luglio, novembre e dicembre compresa la tredicesima.

Per Claudio Iannilli Cgil di Roma e Lazio, Pierangelo Mancini Cisl di Roma e Giuliani Sciotti Uil di Roma e Lazio non è più accettabile tale situazione, ritengono irresponsabile l’atteggiamento assunto dai quei Comuni che pur avendo incassato puntualmente da parte dei cittadini i ruoli della nettezza urbana, non affrontino tale debito; e chiedono il blocco dei finanziamenti regionali e provinciali ai Comuni che hanno chiesto finanziamenti per progetti nell’ambito del ciclo dei rifiuti e del settore ambientale.