Riabilitazioni false ai protestati, nella maxitruffa da 20 mln coinvolti un cittadino di Ostia e uno di Anzio

0
109

 Deferiti all\’autorità giudiziaria due uomini, uno residente ad Anzio e l\’altro ad Ostia, nel corso di un\’operazione della Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma, che ha portato all\’arresto di 12 persone. Un vero e proprio sodalizio criminale, che con l\’aiuto di un cancelliere del tribunale civile di Roma, ora andato in pensione, assicurava l\’emissione di decreti di riabilitazione a soggetti protestati, che quindi ottenevano di nuovo il loro status, ma in maniera illecita. Le perquisizioni a tappeto hanno riguardato le abitazioni dei componenti del sodalizio e le sedi di numerose società, tra cui una di Ariccia, nei Castelli Romani. La truffa era resa possibile grazie alla produzione di falsa documentazione ad opera di compiacenti funzionari pubblici, che attestava inesistenti requisiti. L\’ammontare complessivo delle somme in protesto, per le quali è stata indebitamente richiesta ed ottenuta la riabilitazione, si aggira intorno ai 20 milioni di euro. L’esistenza di questi movimenti illeciti ha, nel tempo, determinato una abnorme confluenza sulla capitale di istanze di riabilitazione di soggetti protestati, provenienti da tutto il territorio nazionale. I protestati venivano “ripuliti” tramite la falsa attestazione della residenza dei protestati a Roma, con la formazione di dichiarazioni sostitutive firmate da ignari creditori che attestavano l’avvenuto pagamento dei titoli protestati, tramite la produzione di falsi titoli di credito, come assegni e cambiali e la formazione di levate di protesto falsificate, che recavano false firme di notai e inesistenti numeri di repertorio. Una volta ottenuto il decreto riabilitativo, i membri del gruppo criminale, attraverso la connivenza di alcuni funzionari in servizio presso le camere di commercio di Roma e di Frosinone, riuscivano a “ripulire” definitivamente la posizione dei propri clienti. L’operazione delle fiamme gialle, coordinati dal Pubblico Ministero della Procura di Roma Luca Tescaroli, che si è sviluppata attraverso l’esame di migliaia di fascicoli, facilitata dalla fattiva collaborazione della camera di commercio di Roma, ha consentito di denunciare in tutto oltre 450 persone per reati che vanno dal falso ideologico commesso dal privato in atto pubblico e dal pubblico ufficiale, alla corruzione, all’omissione di atti d’ufficio e alla rivelazione di segreti d’ufficio.

È SUCCESSO OGGI...

Ciampino, un’estate di fuoco: emergenza incendi boschivi

L'estate 2017 è stata finora la più impegnativa​, ​da​ molti anni a questa parte​,​ nella regione Lazio e nella provincia di Roma per quanto riguarda il fenomeno degli incendi boschivi, tanto da far emanare dalla Prefettura...
Simone Inzaghi (Foto Paolo Pizzi)

Ss Lazio, la Spal blocca i ragazzi di Inzaghi. Caccia ai sostituti di Keita...

Una Lazio lenta e impacciata stecca la prima casalinga e non va oltre lo 0-0 con la neopromossa Spal. Troppo prevedibile e senza idee la squadra di Inzaghi che è sembrata la lontana parente...

Canile Villa Andreina incustodito mentre un incendio lambisce le gabbie degli animali

Acilia, domenica ore 13, villa Andreina canile privato convenzionato col Comune di Roma dal mese di giugno 2014, recentemente ha anche ottenuto una proroga. I cani reclusi nella struttura, rigorosamente chiusa al pubblico, sono circa 70 di cui 6 recentemente trasferiti da Muratella oltre...

Ogni cosa al suo posto, romanzo d’esordio di Dimitri Cocciuti

Ogni cosa al suo posto è il titolo del primo romanzo di Dimitri Cocciuti che verrà presentato venerdì 1° settembre  nella Libreria “Mangiaparole” (Via Manlio Capitolino 7/9, zona Furio Camillo) e sabato 2 settembre un grande...

In 48 ore arrestati 18 pusher: mezzo chilo di droga e un bottino di...

Nelle ultime 48 ore, mirati blitz antidroga dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato all’arresto di 18 pusher scoperti in flagranza mentre spacciavano dosi di stupefacente in molte zone della Capitale. Al setaccio...