Anzio, il porto ancora a rischio insabbiamento

0
26

 Ancora  a rischio insabbiamento il porto di Anzio. Le cooperative per la pesca raccontano già che alcune imbarcazioni, quelle a maggior pescaggio, hanno “raschiato il fondale”. Il cattivo tempo degli scorsi giorni ha portato mareggiate che hanno ulteriormente complicato la situazione del bacino portuale, nonostante l\’escavo effettuato solo da pochi mesi. La Capitaneria di porto di Anzio tiene la situazione all\’imbocco dello scalo sotto stretto controllo, ma per ora sembra proprio che non siano previsti ulteriori provvedimenti. Infatti, viste le imminenti elezioni per la Regione Lazio, pare proprio che le procedure per un nuovo escavo di sabbia non saranno aviate a breve. Si tratta di avviare delle richieste per sbloccare dei fondi, che non sarebbero disponibili nell\’immediato. Gli armatori e i pescatori spiegano che la situazione non è più sostenibile e che non è possibile dover ripetere ogni volta le operazioni di dragaggio, spendendo milioni di euro nel giro di pochi mesi. L\’ultima volta la Regione Lazio aveva stanziato proprio 2 milioni e alla fine dell\’inverno, se non prima, la situazione rischia di tornare quella del marzo del 2009, prima che i lavori fossero effettuati. Intanto le prospettive per l\’inizio della costruzione del nuovo porto sembrano avvicinarsi. Il sindaco di Anzio Luciano Bruschini ha incontrato la scorsa settimana il vicepresidente regionale Esterino Montino alla Pisana. Bruschini ha di nuovo sottolineato le necessità di crescita della città e l\’importanza del progetto. Il sindaco di Anzio si è definito possibilista e “fuori dai microfoni” ha detto che la procedura potrebbe iniziare più presto di quello che si può immaginare, visto che persino Montino si sarebbe dichiarato possibilista sulla fattibilità di un nuovo porto.