I tentacoli dell’usura fino ai Castelli Romani: sequestrata “La regina del bosco” a Rocca di Papa

0
112

 Il complesso alberghiero con annesso ristorante “La regina del bosco”, situato nel comune di Rocca di Papa, era uno dei beni più importanti sottratti dalle Fiamme Gialle al controllo di una banda dedita all’usura, all’estorsione ed al riciclaggio nel corso dell’operazione “Franky”.

L’importante operazione anticrimine interforze è stata eseguita, nelle prime ore della mattinata di ieri, nella Capitale e nella zona dei Castelli Romani dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Roma, dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Viterbo e dalla Polizia Municipale – VIII Gruppo di Roma, nell’ambito dell’attività di contrasto al racket delle estorsioni, all’usura ed al riciclaggio di denaro di provenienza illecita.

Al culmine di complesse ed articolate attività investigative, anche di natura patrimoniale e bancaria, durate oltre due anni ed eseguite nei confronti di una pericolosa organizzazione criminale ramificatasi nella Capitale e nel suo hinterland, sotto l’egida di un soggetto, già tratto in arresto per i medesimi reati, nel corso delle prime fasi d’indagine, il Gruppo Investigativo sulla Criminalità Organizzata del Nucleo di Polizia Tributaria di Roma, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Viterbo e l’ VIII Gruppo Polizia Municipale di Roma, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia nella persona del procuratore aggiunto Leonardo Frisani, hanno denunciato undici soggetti ed eseguito una serie di provvedimenti di sequestro preventivo, emessi dal G.I.P. del Tribunale di Roma, avvalendosi degli strumenti messi a disposizione degli inquirenti dalla più recente normativa antimafia sul pacchetto sicurezza.

I numerosi beni, di ingente valore e di illecita provenienza, sottratti al controllo della banda, consistono, oltre al complesso alberghiero con annesso ristorante situato nella zona dei Castelli Romani, in quattro società operanti nel settore edilizio e turistico/alberghiero, in conti correnti ed autovetture di lusso, per un valore complessivo, stimato in quasi cinque milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ad ulteriori disponibilità, ammontanti a circa cinquecentomila euro, già sequestrate nel luglio del 2008.

I risultati conseguiti sottolineano, ancora una volta, l’importanza di preziose sinergie realizzate attraverso la costante ed efficace collaborazione tra le forze di Polizia impegnate nella lotta al racket.

 

È SUCCESSO OGGI...

alitalia_aereo_airbus_a330_2

Alitalia, Montino: «Il Comune di Fiumicino non girerà la testa dall’altra parte»

“Il Comune di Fiumicino segue con grande apprensione e attenzione quanto sta accadendo in Alitalia. Il risultato del referendum parla chiaro con una netta affemazione del no. Ora non possiamo permetterci che un...

Roma, si aggira tra i turisti con una pistola a slave e 4 coltelli

I Carabinieri della Compagnia Speciale di Roma e della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno denunciato a piede libero un senza fissa dimora di origini Ceche di 47 anni, incensurato, con l’accusa di...

25 Aprile, partito il corteo Anpi: «Basta polemiche, oggi si festeggia»

È partito con il coro di 'Bandiera rossa', in testa i partigiani romani che sorreggono lo striscione con la scritta 'I partigiani', il corteo dell'Anpi da piazzale Caduti della Montagnola. Alla manifestazione, diretta a Porta...

Violenta rissa in pieno centro a colpi di bottiglia, arrestati 3 stranieri

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato tre persone per una violenta rissa a colpi di cocci di bottiglia, scoppiata, ieri sera, in largo Talamo. In manette sono finiti un 23enne e un...

Dosi di cocaina in casa, 3 albanesi nei guai

Nel corso di alcuni servizi antidroga, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Roma Cassia hanno arrestato tre cittadini albanesi di età compresa tra i 23 e 26 anni, per detenzione e spaccio di...