II Municipio, Scuola Ferrini: congelati i fondi per eliminare l’amianto

0
156


Studenti, docenti e personale di servizio quotidianamente a contatto con l’amianto. Un caso che il buon senso imporrebbe di risolvere in via prioritaria. Eppure, la giunta del Comune di Roma sembra pensarla diversamente. I fondi che servono a mettere in sicurezza la scuola elementare Contardo Ferrini in via di Villa Chigi, infatti, non ci sono più: le risorse sono destinate ad altre finalità, non meglio precisate. La vicenda dell’amianto in quella scuola va avanti dal 2006, quando ne è stata certificata la presenza all’interno dei tre padiglioni che compongono la struttura. Nel 2007 il Comune di Roma (giunta Veltroni) aveva finanziato – e successivamente realizzato – l’abbattimento e la ricostruzione del primo padiglione, la sostituzione del tetto del secondo e l’incapsulamento del terzo come misura temporanea. L’anno successivo, mentre il II Municipio provvedeva al definitivo abbattimento e ricostruzione del secondo edificio, il Dipartimento XII del Comune (sviluppo e infrastrutture) stanziava per il bilancio 2008 i 900.000 euro necessari a completare i lavori di rifacimento del terzo padiglione. Poi, le elezioni, la vittoria di Alemanno ed il congelamento degli stanziamenti necessari. Che nel frattempo – fanno sapere i tecnici del Comune – sono stati ricalcolati e stimati in 1,3 milioni di euro.

Della vicenda si occupa Anna Marcon, consigliere municipale del Pd e presidente della Commissione Trasparenza del II municipio. «All’inizio dell’anno ho scoperto che all’interno della scuola Ferrini non era stato ancora rimosso uno dei padiglioni contenenti amianto. Inoltre – prosegue Marcon – i documenti che certificano il corretto smaltimento nei primi due padiglioni, che a norma di legge dovrebbero essere custoditi all’interno della scuola, si trovano ancora presso il Dipartimento XII». L’abbattimento del terzo padiglione è una priorità anche per i genitori degli alunni della scuola, a cui evidentemente non basta la garanzia che l’amianto isolato sia assolutamente sicuro. «Voglio che la situazione sia risolta nel più breve tempo possibile. – continua il presidente della commissione – Per questo motivo ho sollecitato anche l’intervento del presidente della Commissione Trasparenza del Comune di Roma, Massimiliano Valeriani». L’intervento c’è stato, e qualche giorno fa Valeriani ha approntato sulla questione un ordine del giorno bipartisan per chiedere al sindaco e alla giunta il rifinanziamento dei lavori.

Ciò che appare più grave in questa situazione è che le motivazioni per il blocco del finanziamento da parte della Giunta siano «politiche e non tecniche», spiega la stessa Marcon. In altre parole, il Comune ritiene che la struttura sia già sicura così, con un intero padiglione ancora pieno di amianto incapsulato: una misura adottata originariamente in via temporanea. Evidentemente l’amianto del terzo padiglione è meno pericoloso di quello presente nei due già abbattuti. Un amianto un po’ meno amianto, insomma.

                                                                                                                          Gian Marco Milardi

È SUCCESSO OGGI...

Roma, Stadio Olimpico sorvegliato speciale: controlli della polizia

Dal mese di agosto in concomitanza con l’inizio della nuova stagione calcistica, il personale della Polizia di Stato - Divisione Amministrativa, diretta da Carlo MUSTI, ha svolto numerosi e mirati controlli straordinari, in relazione...
Ladispoli

Trasporto pubblico a Ladispoli, novità per studenti e famiglie

“Abbiamo messo mano ad alcuni orari dei bus urbani per soddisfare le esigenze degli studenti di Ladispoli che usufruiscono del trasporto pubblico per andare a scuola a Cerveteri. Nel contempo, ci stiamo attivando per...

Tecnici Sigma e Saima in sciopero: “Licenziati per i mancati pagamenti di Atac”

Con un volantino davvero particolare i tecnici delle società Sigma spa e Saima spa - che sono gli addetti alla manutenzione degli apparati di controllo, accesso e bigliettazione della metropolitana di Roma - hanno annunciato a coloro...

I profumi del bosco nel piatto, a Canterano è tempo di Sagra del tartufo

Sulle bruschette, sulla pasta fatta in casa e sulle uova. A Canterano è tempo di sapori e di profumi inconfondibili, quelli del tartufo nero pregiato e del tartufo scorzone che esalteranno le ricette proposte...

Banca della terra, così si valorizzano 5mila terreni agricoli

La Giunta regionale del Lazio ha approvato l'elenco dei beni agricoli che rientrano nella Banca della terra. Si tratta di 5.000 terreni agricoli, o a vocazione agricola, nella disponibilita' della Regione Lazio non utilizzati...