Tivoli, sarà ballottaggio tra Vincenzi e Gallotti

0
32

 Sarà ballottaggio a Tivoli tra il candidato del Pd  Marco Vincenzi e quello del Pdl Sandro Gallotti. Un lungo testa a testa tra i due candidati, poi nel tardo pomeriggio  dati più certi con  il vantaggio dell’esponente del centrodestra  con il  44,77% delle preferenze contro il 40,89% del diretto avversario.  Un esito quasi scontato quello di Tivoli.  Di ballottaggio di parlava già alla vigilia delle elezioni con ben sette aspiranti sindaco ed entrambe le coalizioni che si sono presentate all’appuntamento elettorale “spaccate” con la scelta dell’Italia dei Valori e Rifondazione comunista di presentare un proprio  candidato Ezio Paluzzi, e la mossa a sorpresa di Andrea Napoleoni che all’ultimo minuto ha deciso di non appoggiare Gallotti e di presentarsi con una sua lista civica. Tutto da rifare quindi per il più famoso ex Marco Vincenzi che ha governato la città per ben due volte consecutive e che, in caso di vittoria di appresterebbe a farlo per la terza volta, e l’imprenditore tiburtino Sandro Gallotti, anch’esso sindaco di Tivoli nel 1996. Adesso  per la poltrona più alta di Palazzo San Bernardino sarà tutta una questione  di numeri dettati da eventuali apparentamenti. Entrambi i candidati si dicono comunque fiduciosi  in vista del prossimo voto: “siamo soddisfatti dei risultati ottenuti – ha commentato  Marco Vincenzi – il nostro obiettivo era il ballottaggio impensabile vincere al primo turno , questo per noi con 4,5 punti di distacco è un risultato leggermente superiore alle aspettative”, poi  Vincenzi passa ad analizzare il voto “dato confortante  – dice – è che il Pd si è confermato primo partito a Tivoli superando il Pdl a differenza delle passate elezioni con la coalizione del centrosinistra che ha recuperato circa il 7% rispetto alle regionali, inoltre un buon risultato è stato ottenuto anche dalla Lista civica “Tivoli Rinasce”. Sull’esito del ballottaggio Vincenzi si dice” fiducioso sul fatto che i cittadini premieranno chi ha lavorato e continuerà a lavorare per la città”.  Ottimista anche il candidato, il più votato in questa campagna elettorale, del Pdl Sandro Gallotti “Ecco volevate far Pasqua fuori – ha commentato a caldo rivolto ai suoi collaboratori – e invece dovete stare ancora con me per queste  due settimane”. L’imprenditore tiburtino ha spiegato di “volere affrontare la nuova battaglia che lo vede al duello finale con Vincenzi, ricominciando casa su casa, quartiere per quartiere”.  “Il dato – dice Gallotti – riporta il mio  successo personale dell\’11% sui voti di lista” e aggiunge  “flop da parte del Pdl, buona  affermazione da parte della Lista Gallotti e dell\’Udc. Buon esito anche da  parte de La Destra”.  Proprio da  Tivoli da oggi Gallotti si dice pronto a ricominciare la sua corsa. Una battuta sull’esito delle amministrative tiburtine è arrivata anche dal coordinatore cittadino del Pdl Eligio Rubeis: “Un risultato straordinario se si pensa che solo due anni fa Baisi vinse al primo turno, un dato politico eccezionale che il centrodestra a Tivoli non registrava dal 1999, siamo assolutamente fiduciosi  per il ballottaggio”. I dati, 57 sezioni scrutinate: Sandro Gallotti (Pdl, La Destra, Udc, Amore per Tivoli) 44,99%, Marco Vincenzi (Pd,Tivoli Rinasce, Verdi) 40,59%, Ezio Paluzzi (Idv, Rifondazione Comunista) 6,80%, Andrea Napoleoni (Io progetto Tivoli) 4,36%,Giovanni Innocenti (Sinistra e Libertà) 2,32, Silvano Solini (Fondamentare) 0,86%, Stefano Tersigni (Destra sociale Fiamma Tricolore) 0,36%. E in previsione degli apparentamenti giovedì conferenza stampa della coalizione a sostegno di Marco Vincenzi, a dare appoggio all’ex sindaco in arrivo anche il presidente della Provincia Nicola Zingaretti. L’ appuntamento alle urne adesso è per il prossimo aprile.

                                                                                             Adriana Aniballi