Videocon, gli indiani firmano la cessione

0
46

 Ora è ufficiale: la SSIM rileverà il sito di Anagni. Ieri pomeriggio è stato firmato al Ministero dello sviluppo economico l’atteso accordo preliminare per la cessione dello stabilimento della ex Videocon. La proprietà indiana, che aveva definitivamente chiuso le attività a gennaio, ha assunto l’incarico di coprire il debito pregresso dell’azienda. Il gruppo arabo-cecoslovacco della SSIM ha garantito da parte sua lavoro per tutti i 1400 lavoratori in cassa integrazione. Si parla di nuove tecnologie per la green economy ma per conoscere i dettagli dell’offerta bisognerà attendere metà aprile per un nuovo incontro con i sindacati per discutere sul piano industriale. Nel frattempo il Ministero dello Sviluppo economico ha prorogato la cassa integrazione fino ad agosto per far fronte all’emergenza sociale che aveva portato la scorsa settimana al suicidio di un lavoratore di Sgurgola. Si evita così l’avvio delle procedure di mobilità il che avrebbe voluto dire licenziamento. Il presidio in azienda continuerà a oltranza ma è stato sicuramente tirato un sospiro di sollievo. «Si tratta di un accordo storico che evita sicuramente il licenziamento dei lavoratori – spiega Silvio Campoli della Filcem-Cgil – Un impegno serio in cui il Governo e il Ministero hanno offerto la loro garanzia. Ora – continua il delegato – non ci resta che valutare il piano industriale ma il primo passo verso il salvataggio crediamo sia stato fatto.»

Tra i lavoratori è invece il momento della solidarietà. E’ partita negli ultimi giorni su Facebook la campagna per istituire un fondo sociale a sostegno delle famiglie in difficoltà. Il post “Tutti uniti per la Videocon” è stato ideato da Emanuela Fratarcangeli, dipendente dello stabilimento.

 

                                                                                                             Carmine Seta

 

 

È SUCCESSO OGGI...

Roma, si aggira tra i turisti con una pistola a slave e 4 coltelli

I Carabinieri della Compagnia Speciale di Roma e della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno denunciato a piede libero un senza fissa dimora di origini Ceche di 47 anni, incensurato, con l’accusa di...

Dosi di cocaina in casa, 3 albanesi nei guai

Nel corso di alcuni servizi antidroga, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Roma Cassia hanno arrestato tre cittadini albanesi di età compresa tra i 23 e 26 anni, per detenzione e spaccio di...
alitalia_aereo_airbus_a330_2

Alitalia, Montino: «Il Comune di Fiumicino non girerà la testa dall’altra parte»

“Il Comune di Fiumicino segue con grande apprensione e attenzione quanto sta accadendo in Alitalia. Il risultato del referendum parla chiaro con una netta affemazione del no. Ora non possiamo permetterci che un...

25 Aprile, partito il corteo Anpi: «Basta polemiche, oggi si festeggia»

È partito con il coro di 'Bandiera rossa', in testa i partigiani romani che sorreggono lo striscione con la scritta 'I partigiani', il corteo dell'Anpi da piazzale Caduti della Montagnola. Alla manifestazione, diretta a Porta...

Violenta rissa in pieno centro a colpi di bottiglia, arrestati 3 stranieri

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato tre persone per una violenta rissa a colpi di cocci di bottiglia, scoppiata, ieri sera, in largo Talamo. In manette sono finiti un 23enne e un...