Grottaferrata, si va verso il ballottaggio tra Conti e Mori

0
36

 Ritmi frenetici a Grottaferrata a pochi giorni dal secondo turno elettorale che vede il candidato a sindaco di centrodestra. Sergio Conti sempre più sereno riguardo l’esito del ballottaggio che, secondo le sue aspirazioni, dovrebbe volgere a suo favore con un netto distacco da Gabriele Mori del centrosinistra, il quale, invece, sembrerebbe auspicare un assenteismo da parte dell’elettorato dell’attuale assessore all’Urbanistica uscente Marco Bosso. Quest’ultimo è rappresentato da una lista civica che sembra favorire il centrodestra. Ieri Conti ha incontrato Bosso, rimasto fuori dal ballottaggio per una manciata di voti, il quale non ha inteso sigillare alcun apparentamento, preferendo lasciare massima libertà al suo elettorato. “Ho ricevuto molti consensi a mio favore all’interno dell’elettorato di Bosso – ha detto Conti –, ma la partita resta ancora aperta”. Oggi, anche Mori dovrebbe incontrarsi con l’ex assessore ma, a quanto pare, quest’ultimo non mollerà alcun ormeggio. Per il momento il candidato Mori, conta sull’elettorato della lista il “Griniglio” che proponeva come candidato Alberto Rossotti e quella di Sinistra e Libertà con Luigi Fortini come ex aspirante alla poltrona. Intanto un fenomeno provocatorio apparso su Facebook riguarda l’elettorato di Bosso: si legge “vota Bosso al ballottaggio”. E sicuramente c’è chi seguirà il consiglio dissuadente. Ma ciò servirà a provocare confusione su una tornata elettorale che la cittadinanza auspica sia definitiva per incoronare il nuovo primo cittadino. Certo che se tutto l’elettorato della giunta Ghelfi dovesse astenersi o votare, per protesta, Marco Bosso, allora sì che il candidato Mori avrebbe la strada spianata. Difficile fare ulteriori pronostici ma ciò che sicuro è che una forma di astensionismo ci sarà, ciò che non è possibile immaginare è se sarà incisivo o poco rilevante sul risultato elettorale. Carla Pisani della lista a cinque stelle di Beppe Grillo, ad esempio, potrebbe contribuire a questo fenomeno.

 

                                                                                            Maria Chiara Shanti Rai