Calcio a 5 : La Civis Colleferro compie il miracolo

0
24

 Davvero in pochi avrebbero osato scommettere sulla Civis Colleferro dopo il 4-0 dell’andata in casa della Polaris, e soprattutto dopo averla vista giocare. Perchè i rossoneri sono stati sì sfortunati al PalaMillevoi (tre pali interni, un rigore sbagliato e due espulsioni), ma è anche vero che erano apparsi fuori forma, stanchi e un po’ svogliati. Ma nonostante le assenze forzate e una condizione fisica di alcuni giocatori non ottimale, nella gara di ritorno i ragazzi di mister Coppola hanno saputo tirare fuori dal cilindro la magia più bella: una vittoria per 7-1 ai supplementari (prima il 4-0, poi il 5-1 che ha portato all’extra time, e infine le due reti che hanno sancito il successo) che vale la qualificazione al secondo turno dei play off promozione in A2. 

La corsa per il salto di categoria, quindi, continua, e già sabato si torna in campo. Le tre gare dei triangolari (una in casa, una in trasferta e un turno di riposo) si disputeranno nei prossimi tre weekend. Ma prima di pensare all’impegno successivo, la Civis ha voglia prima di tutto di recuperare le forze e le energie, e poi di godersi ancora un po’ questa magia. La Polaris non è stata un’avversaria facile da superare, ci sono voluti i gol di Nenè, Ceccaroni, la doppietta di capitan Gianni Violanti e la tripletta di uno straordinario Guerini, che è stato tra i giocatori decisivi proprio al momento più opportuno.  

«Non ci speravo davvero – ha detto mister Coppola -, volevo prima di tutto fare una bella figura e riscattare la prestazione di sabato. Dire bravi a questi ragazzi sarebbe troppo riduttivo, sono stati straordinari, anche perchè abbiamo giocato in condizioni davvero precarie».

Non c’è festa invece a Palestrina, la formazione arancioverde nonostante due ottime prove con il Latina si è dovuta piegare per 7-4 sempre ai supplementari, dopo aver vinto 7-6 la sfida dell’andata. Sotto di quattro reti, la formazione prenestina è riuscita a rimettersi in gioco e ad andare all’extra time (4-3). Dopo il momentaneo pareggio (4-4), però, i potini hanno preso il largo.

Play out. L’Albano tenterà sabato in casa il colpaccio per restare in serie B. Può succedere di tutto con il Capoterra dopo il 2-2 dell’andata in terra sarda. I gialloblu di Andrea Congiu si sono portati avanti 2-0 con Triginelli e Nica, ma i castellani di Ranieri hanno rimontano e pareggiato, e ora sperano di potersi salvare fra le mura amiche. 



                                                                                                                  Cinque