Albano, Alemanno: avanti con il termovalorizzatore

0
114

 Il termovalorizzatore di Albano Laziale sarà portato a termine. Parola di Gianni Alemanno, che dal Giappone, dove è in visita, riporta al centro del dibattito il destino dell\’impianto di smaltimento rifiuti che dovrebbe sorgere nella città castellana. «Abbiamo visto – ha spiegato Alemanno riferendosi alla visita del centro smaltimento a Tokio – come in qualche modo la tecnologia della gassificazione sia l\’evoluzione rispetto all\’impianto di Malagrotta, che nel nostro caso sarà quello di Albano. E\’ una tecnologia effettivamente efficiente e che permette di affrontare in maniera significativa tutte le realtà relative allo smaltimento dei rifiuti. Tra l\’altro questa visita ci ha permesso di manifestare tutte le nostre perplessità su uno degli ultimi atti dell\’allora vice presidente della giunta regionale, Esterino Montino, che ha scritto una lettera bloccando Albano, a cui si è accodato anche il presidente della Provincia Nicola Zingaretti». Una netta presa di distanza dalle prudenti posizioni del Pd provinciale e regionale che più di una volta si erano  espressi in maniera quanto meno attenta sulla realizzazione del gassificatore. «Non siamo stati noi a scegliere il sito di Albano – ha puntualizzato il primo cittadino romano – ma crediamo che sia un impianto da portare a termine e da questa visita di oggi abbiamo tratto una ulteriore convinzione che può essere uno strumento estremamente importante». Il sindaco spiega poi che l\’inceneritore contribuirà a chiudere la discarica di Malagrotta, «anche se oggi non siamo ancora in grado di dire quando avverrà». Sulla questione, ha precisato Alemanno «dobbiamo confrontarci con la Regione e riformulare completamente il piano rifiuti che è totalmente campato in aria. Dobbiamo portare la raccolta differenziata ad un dato realistico se pur ambizioso, perché raggiungere il 35% e mantenerlo, vuol dire raggiungere gli standard più alti delle capitali europee».

Sulla questione è intervenuto il consigliere regionale uscente del centrodestra Donato Robilotta, che apprezza la presa di posizione di Alemanno. In particolare si dice «soddisfatto» che il sindaco di Roma «ritenga indispensabile l’impianto di Albano, che sarà un gassificatore come quello già in funzione a Malagrotta, perchè per la sua autorizzazione mi sono battuto per due anni in Consiglio Regionale, quasi in solitudine insieme al collega Di Carlo». «Su Albano – ha detto Robilotta – ci ho messo la faccia e la presa di posizione odierna di Alemanno mi ripaga anche degli scontri avuti con gli amministratori locali del PdL che pensando di vincere le elezioni hanno inseguito Montino e i dirigenti del Pd nel dire che Albano andava bloccato». Ogni riferimento all\’ex sindaco di Albano Marco Mattei non è affatto casuale.

 

                                                                        Cinque

 

È SUCCESSO OGGI...

A Vasanello ecco la sagra degli gnocchi

Torna a Vasanello uno degli appuntamenti gastronomici più attesi dell’estate in tutta la provincia e non solo: la sagra degli gnocchi co’ la rattacacio. L’evento, alla nona edizione, si terrà dal 7 al 9 luglio ed è...

Controlli a ormeggi e rimessaggi nautici: multe e sanzioni dei carabinieri

Un lavoro lungo e complesso quello svolto dal Servizio Navale della Compagnia Carabinieri Roma Ostia, competente non solo sul litorale ma anche su tutto il tratto urbano del fiume Tevere sino alla sua foce....

Lazio, la settimana in Consiglio regionale

Proseguono i lavori del Consiglio regionale per l'esame della proposta di legge n. 365, "Disposizioni per la rigenerazione urbana e per il recupero edilizio". L’Aula è stata convocata per martedì 27 giugno 2017...
incidente gra

Terribile incidente, chiuso svincolo Civitavecchia e traffico in tilt

Autostrade per l'Italia comunica che, poco prima delle ore 10, è stato chiuso, sulla A12 Roma-Civitavecchia, il tratto compreso tra Civitavecchia Sud e Civitavecchia Nord in direzione nord, a causa di un incidente tra...

Stazione Tiburtina: immigrato aggredisce brutalmente un commerciante

Ancora un’aggressione alle stazioni di Roma e questa volta a farne le spese un semplice commerciante. Era nel suo negozio, nella sua attività. Aveva aperto da poco tempo un bar di fronte la Stazione...