Lavori in ritardo alla Caserma dei pompieri di Colleferro

0
28

 C’è il rischio di un’inaugurazione a metà alla nuova “Cittadella della sicurezza”. A chi si avventurasse nella visita del complesso di oltre 7000 metri quadrati in via Casilina, l’impressione rimane infatti quella di un’opera incompleta.

A ritardare nella consegna dei lavori è lo stabile prospiciente su via Casilina destinato ai Vigili del Fuoco su cui tanto si polemizzò in passato. 

Sul fronte Colleferro i lavori sono invece in dirittura d’arrivo. Ieri la ditta incaricata ha consegnato l’edificio che ospiterà la nuova farmacia comunale mentre si avviano alla conclusione gli altri stabili destinati alla Polizia municipale, alla Guardia di Finanza, all’Aps e alla Polizia stradale. Il sindaco Mario Cacciotti che tanto si era battuto per lo spostamento della Caserma dei Vigili del Fuoco aveva annunciato per questa settimana un incontro al Ministero per la sigla dei contratti ma tutto è stato rinviato a data da destinarsi. Sul progetto esiste un bando già approvato dal Consiglio comunale. Ora però sembra essere calato il silenzio.

Gli annunci dell’Amministrazione sono rimasti per ora propaganda pre-elettorale. Negli ultimi due mesi, l’iter dei lavori ha rivelato la presenza di un gap tra le diverse parti di questo edificio a forma di occhio di bue. E i residenti cominciano a dimostrare i primi malumori. 

«Due anni fa, siamo scesi in piazza per batterci contro lo spostamento della Caserma dei Vigili del Fuoco – dicono alcuni cittadini – Abbiamo il diritto di sapere quali sono i progetti su questo edificio per non ritrovarci davanti l’ennesimo eco-mostro. Non vorremmo – aggiungono – che l’amministrazione abbia cambiato idea in nome di logiche politiche e di profitto per cui troppo abbiamo pagato in questi anni.»