Poli, ubriaco accoltella la madre

0
66

Era rientrato ubriaco dopo una serata passata in un bar e ha iniziato a discutere animosamente con il fratello. Teatro del fatto il caratteristico centro storico di Poli, vicino a Gallicano nel Lazio, intorno alle 22 di ieri sera. Protagonista un uomo di 43 anni, I.A. che dopo alcune grida e accuse pesanti è passato ai fatti aggredendo con un coltello a serramanico il fratello, secondogenito di 33 anni. A dividere i due in un estremo tentativo disperato ci ha pensato la madre, vedova di 66 anni, che però si è vista scagliare due fendenti dell’arma al braccio. La donna è stramazzata a terra in una pozza di sangue. A soccorrerla ci ha pensato per prima il fratello ma è stata la sorella, la prima dei tre figli, che stava assistendo impotente alla scena, a chiamare i carabinieri della stazione di Palestrina.

Vista la situazione, l’uomo aveva smesso di picchiare i suoi famigliari ma era ancora su tutte le furie. I militari intervenuti sul posto sono riusciti a disarmare e bloccare il 43enne e a condurlo immediatamente in caserma. 

La madre è stata trasportata immediatamente all’Ospedale di Tivoli a causa delle profonde ferite all’avambraccio che hanno interessato i tendini ed un’arteria. Per lei una prognosi di 45 giorni e l’immediato trasferimento all’Ospedale Umberto I di Roma per un delicato intervento chirurgico di sutura. 

L’arrestato si trova ora presso il carcere di Roma Rebibbia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

È SUCCESSO OGGI...

Cronaca di Roma

Picchia e minaccia la compagna per denaro in strada: agente interviene

  Non era la prima volta che aggrediva la sua compagna, “rea” di opporsi alle sue continue richieste di danaro. L’altra sera l’ha avvicinata in strada e, al suo diniego, ha cominciato a colpirla con pugni...

Lo fermano per un controllo e i carabinieri trovano droga e bossoli di pistola

Doveva trattarsi di un semplice accertamento durante un posto di controllo alla circolazione, ma si è ritrovato con le manette ai polsi con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di munizionamento. E’...