Monterotondo, pusher a 17 anni: nei guai una studentessa

0
24

Riforniva di droga i suoi compagni tra i banchi di  scuola. I carabinieri eretini hanno arrestato una studentessa 17enne di Monterotondo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La ragazza è stata sorpresa ieri dai militari alle prime ore del mattino nella propria abitazione in possesso di 40 grammi di hashish, un bilancino di precisione e un coltellino con cui tagliava in pezzetti la droga che poi rivendeva ai suoi amici anche tra i banchi di scuola. Pezzi di hashish da 10,5, uno e mezzo grammo già pronti in carta stagnola per essere venduti dalla ragazza  rispettivamente a  60, 35, 10 e 6 euro, essendo applicato dalla 17enne ai suoi clienti il principio del " più ne compri, meno la paghi". La 17enne, che frequenta una scuola per estetiste di Roma, ha ammesso ai carabinieri di essere costretta a spacciare per poter comprare il fumo anche per lei, poiché i genitori non le danno soldi. La ragazza da diversi mesi ormai acquistava un panetto da 100 grammi ogni settimana in zona San Lorenzo a Roma, parte lo teneva per se e vendeva il resto per recuperare i circa 500 euro investiti nell\’acquisto. Sempre la giovane spacciatrice, che su disposizione del Tribunale per i minorenni di Roma è stata tradotta presso un centro di prima accoglienza della Capitale, ha confessato che quando gli affari andavano particolarmente bene, si concedeva l\’acquisto di qualche vestito griffato.