Guidonia, trovato sgozzato Sergio Calore, ex terrorista nero

0
35

Lo ha trovato la moglie con la gola tagliata riverso sul pavimento in un lago di sangue. Sergio Calore 58 anni, ex terrorista di destra (militava in Ordine Nuovo) e collaboratore di giustizia è stato ucciso ieri pomeriggio, probabilmente con un coltello, in un casolare di via Colle Spina, nelle campagne di Guidonia di cui era originario. La donna, Emilia Libera storica pentita del terrorismo rosso conosciuta  nel supercarcere  di Paliano e sposata, è andata a cercarlo preoccupata perché non lo ha visto rientrare. Così ha fatto la macabra scoperta e avvertito il 112. I carabinieri hanno avviato indagini e rilievi scientifici nel casolare di proprietà di Calore. I militari non escludono nessuna pista. Sergio Calore è stato uno dei principali pentiti del terrorismo nero che Componente di Ordine Nuovo diretto da Paolo Signorelli a Tivoli col circolo Drew La Rochelle,  con le sue dichiarazioni ha contribuito a ricostruire gran parte della storia dell\’eversione di destra in Italia che ha avuto come protagonisti anche alcuni degli imputati del processo sulla Strage di Bologna, è stato implicato in una serie di attentati e di omicidi legati anche a traffici di armi e di spionaggio. Venne arrestato nell\’ambito delle indagini sull\’omicidio di Antonio Aleandri, ucciso il 17 dicembre del 1979 a Roma, in piazza Dalmazia. L\’ex terrorista, infatti, faceva parte di un commando che voleva assassinare l\’avvocato Giorgio Arcangeli, però per un errore di persona venne ucciso l\’operaio Antonio Leandri. Il commando venne però intercettato da una volante della polizia che arrestò il gruppo di fuoco.  In  carcere tra l\’83 e l\’84 ha iniziato a collaborare con la magistratura ed è così diventato uno dei pentiti del terrorismo nero. Le sue confessioni hanno portato a far luce sulla ricostituzione di Ordine Nuovo e sempre le sue dichiarazioni hanno aggiunto particolari sull\’omicidio del giudice Vittorio Occorsio assassinato da Pierluigi Concutelli nel 1976 e ad altri omicidi avvenuti durante rapine di autofinanziamento dell\’organizzazione.  Le indagini vanno avanti a 360 gradi.


Adriana Aniballi