Sbarco di Anzio, gli organizzatori erano 5 egiziani del territorio

0
26

 I carabinieri della Compagnia di Anzio, dopo un’accurata attività d’indagine, hanno arrestato 5 cittadini egiziani ritenuti responsabili dell’organizzazione e della realizzazione dello sbarco di clandestini avvenuto il 4 ottobre scorso sulla spiaggia di Foce Verde di Latina. Secondo la ricostruzione fatta dai militari, gli stranieri fanno parte di un’organizzazione che ha architettato lo sbarco sulla costa a pochi chilometri da Anzio e Nettuno. Le indagini hanno accertato che i nordafricani bloccati avevano acquistato alcuni giorni fa il gommone utilizzato per effettuare il trasbordo dei clandestini e poi organizzato lo sbarco degli immigrati, ricavando un compenso di circa 5mila euro a persona traghettata. Dopo lo sbarco, utilizzando dei furgoni, i clandestini sono stati trasferiti in una casa popolare ubicata nel quartiere Zodiaco di Anzio, di proprietà di uno degli arrestati, e poi dislocati altrove. Gli arresti sono stati eseguiti nei confronti di A.A. 39 anni, D.M., 56 anni, E.S.K., 42 anni, A.R., 44 anni, e E.H.A., 30 anni, tutti domiciliati tra Anzio e Nettuno e regolari in Italia, alcuni già noti alle forze dell’ordine. Ieri pomeriggio, acquisiti gravi indizi di colpevolezza, i carabinieri di Anzio hanno fatto scattare le manette ai polsi dei cinque egiziani, che sono stati trasferiti al carcere di Velletri. Durante le operazioni sono stati sequestrati anche 50 grammi di hashish trovati nelle tasche di uno degli arrestati.