Piano Cutrufo: più assessori e consiglieri al Comune

0
28

 

Passare da 48 consiglieri comunali a 60 e da 12 a 15 assessori comunali. Non proprio in linea con la grave crisi economica che l'Italia sta vivendo, arriva in questi giorni la proposta del vicesindaco Mauro Cutrufo che vorrebbe inserire un emendamento nel decreto milleproroghe, in corso di realizzazione da parte del governo. In Campidoglio maggioranza e opposizione approvano unanimemente l'idea, concordando la loro preferenza per una maggiore rappresentatività dei cittadini in Comune, dopo che la riforma Calderoli del 2009 ne aveva ridotto il numero.

Mentre ovunque imperversano tagli di ogni genere, cassa integrazione ai massimi storici, disoccupazione a livelli record e vertenze industriali durissime, la politica romana cala il suo asso. Tanti gli interessi politici in gioco, e anche le valide motivazioni a sostegno dell'emendamento. Dall'Udc e La Destra che potrebbero così entrare agilmente nella giunta comunale (anche se sia Onorato che Storace negano l'interessamento dei loro partiti a inserire propri assessori), al valore della più ampia rappresentatività in una città che cresce di giorno in giorno, sostenuto anche dal Pd locale (ma che dice no a nuovi posti in giunta).

Un no secco arriva dalla Lega Nord, mentre il senatore Pd Ranucci ha esplicitamente chiesto il ritiro dell'emendamento. Il voto del decreto milleproroghe è previsto entro la fine del mese. Da febbraio potrebbe quindi partire il "balletto" delle nuove nomine. (5web)