Osservasalute: Lazio unica regione a ridurre spesa sanitaria

0
27

L’unica Regione ad aver ridotto la spesa sanitaria pubblica pro capite è il Lazio: a fronte di una spesa media nazionale di 1.816 euro, nel 2009 quella laziale ammontava a 1.974 euro, con una diminuzione rispetto al 2008 dello 0,35%. Questi i dati evidenziati oggi, al policlinico Gemelli, dall’ottava edizione del Rapporto Osservasalute (2010), analisi dello stato di salute della popolazione e della qualità dell’assistenza sanitaria nelle Regioni italiane.

Lo studio è stato pubblicato dall'Osservatorio nazionale sulla Salute nelle Regioni Italiane che ha sede presso l'università Cattolica di Roma. Si tratta di un lavoro coordinato da Walter Ricciardi, direttore dell’Istituto di Igiene della facoltà di Medicina e Chirurgia, e frutto dell’opera di 203 esperti di sanità pubblica, clinici, demografi, epidemiologi, matematici, statistici ed economisti distribuiti su tutto il territorio italiano, che operano presso università e numerose istituzioni pubbliche nazionali.

Per il rapporto, "essendo il Lazio sottoposto a piano di rientro", questi dati dimostrano come si stia "razionalizzando la spesa per cercare di far fronte al debito. Tuttavia nello studio si evidenzia anche che appartiene alla Regione Lazio il disavanzo pro capite maggiore d’Italia: pari a 244 euro nel 2009.

Il Lazio, conclude il rapporto, ha fatto molto per diminuire la spesa ospedaliera e deve continuare a farlo, ma stando attento al “come”, lavorando su specifiche patologie, sul controllo selettivo di strutture e sull'efficienza organizzativa, “perché i propri standard di personale sono già bassi, ed insoddisfazioni stanno emergendo nella popolazione".