Scontro tra Alemanno e Pecoraro

0
79

Ma che noia. La questione della regolamentazione dei cortei a Roma si trascina ormai da anni. Prima la destra impreca e chiede di farla finita. Sindacati, partiti e movimenti strillano e denunciano il tentativo di soffocare un diritto costituzionalmente garantito: quello di manifestare. In mezzo sta come al solito il decisionista sindaco Alemanno, che non ha ancora deciso che pesci prendere, ma si lamenta. E la gente? Beh certo gli automobilisti, i tassisti, i conducenti di autobus, se fosse per loro manifestazioni non ne vorrebbero proprio vedere, eccetto quello ovviamente promosse da loro stessi e dalle loro organizzazioni rappresentative. Gli anziani, le casalinghe, le signore bene, dedite allo shopping in centro manco a parlarne.

Poi ci sono i sindacati, i partiti d'opposizione che se non vanno in piazza di visibilità non ne hanno molta sulle tv, ormai tutte in mano a Berlusconi.  Ancora ieri al convegno della Cgil sugli infortuni (vedi pag.3), ne ha parlato il prefetto Pecoraro il quale non vede una situazione molto preoccupante, eccetto quella che si è creata con l'ultimo corteo dello sciopero generale del 6 maggio. Non a caso Pecoraro ha spiegato che «non mi sembra che ci siano tanti cortei. Oggi come oggi un nuovo protocollo non lo considero una priorità». E aggiunge: «C'è da parte di tutti il rispetto del protocollo firmato (già esistente, ndr) e criticità non ce ne sono state. È ovvio che se sussistono manifestazioni non autorizzate ci saranno le denunce dovute». Ma eccolo lì, il sor tentenna a rompere le uova nel paniere del prefetto.  «In questo caso non sono d'accordo con il mio amico Pecoraro», sbotta Alemanno, convinto che «tutti i cittadini romani vogliano un regolamento più stringente rispetto all'amministrazione dei cortei». È un problema che rimane aperto, sostiene ancora il sindaco, ma non ci spiega perché non l'ha ancora chiuso.

 A noi comuni mortali pare proprio che Pecoraro, servitore dello stato, abbia fatto affermazioni di grande buon senso, basate sulle sue esperienze di tutore dell'ordine e non solo a Roma. Le manifestazioni, ahimè, non vengono autorizzate dalla Giunta capitolina, come forse qualcuno vorrebbe o dal Pdl, come qualcuno forse sogna per il futuro, ma vengono autorizzate da funzionari che hanno a cuore la sicurezza dei cittadini. E allora? Allora piantiamola lì con queste storie e lasciamo che i dirigenti delle forze dell'ordine, che spesso sono anche in grado di prevenire l'azione dei facinorosi, facciano il loro mestiere e autorizzino quando c'è da autorizzare e vietino quando c'è da vietare.

gl 

È SUCCESSO OGGI...

Agente fuori servizio rincorre quattro giovani rapinatori: arrestati

Fondamentale, nell’arresto di tre rapinatori, è stato il ruolo di un agente della Polizia di Stato della Polaria di Ciampino che, libero dal servizio, ha visto quattro ragazzi accerchiare un loro coetaneo e strappargli...

Uova contaminate con Fipronil: positività anche nel Lazio

L'indagine a campione sulle uova contaminate con Fipronil - un insetticida il cui uso è vietato negli animali destinati alla catena alimentare e ritenuto moderatamente tossico per l'uomo - che secondo fonti di stampa ha...
Cronaca di Roma

Picchia e minaccia la compagna per denaro in strada: agente interviene

  Non era la prima volta che aggrediva la sua compagna, “rea” di opporsi alle sue continue richieste di danaro. L’altra sera l’ha avvicinata in strada e, al suo diniego, ha cominciato a colpirla con pugni...

All’Ombra del Colosseo, Gabriele Cirilli in scena con “Live”

Mercoledì 23 agosto alle ore 21.45, sul palco di All’Ombra del Colosseo nella nuova location del Parco del Colle Oppio, Gabriele Cirilli in scena con il suo Live. “Live” di Gabriele Cirilli, scritto insieme a Maria De Luca, attraversa tutti generi del...

Rieti cuore piccante, al via la fiera internazionale del peperoncino

Il cuore del centro d’Italia è pronto a battere forte per la kermesse più hot dell’estate. Dal 23 al 27 agosto torna l’appuntamento con Rieti cuore piccante, la Fiera internazionale del peperoncino che anche quest’anno...