Raccolta differenziata, Roma bocciata da Legambiente

0
22

La capitale è stata bocciata nella gestione dei rifiuti dal concorso di Legambiente “Ricicloni 2011” che valuta i comuni d’Italia impegnati nella raccolta differenziata. A Roma, osserva Legambiente, dove la raccolta domiciliare col sistema misto continua a non funzionare.

Il concorso ha voluto premiare i comuni che avessero raggiunto già nel 2010 la quota che, per legge, è richiesta solo dal 2011 di almeno il 60% di raccolta differenziata (era del 50% lo scorso anno). La valutazione dei Comuni è avvenuta attraverso un Indice di Buona Gestione che ha considerato l'azione a tutto campo nel governo complessivo del settore rifiuti: produzione, riduzione, riciclo. Il risultato è stato positivo, considerando anche che se ai 1.289 comuni virtuosi (secondo Legambiente) aggiungessimo i 448 che hanno comunque superato il 50% di raccolta differenziata (richiesto dalla normativa per il 2010) arriveremmo alla quota di almeno 1.738 comuni in regola con la legge dello stato.

Per quanto riguarda i risultati complessivi, ben 1290 comuni vincono l'appellativo di ricicloni 2011 per aver superato il 60% di raccolta differenziata, mentre ben 731 comuni si confermano “zoccolo duro” del concorso, comparendo da tre anni consecutivi nelle classifiche».