Tbc, il Tar vuole gli atti dell’inchiesta

0
62

Entro 15 giorni la Regione Lazio dovrà depositare al Tar del Lazio tutti gli atti relativi all'inchiesta sul contagio da Tbc nel reparto di Neonatologia del Policlinico Agostino Gemellì di Roma. Lo ha deciso il consigliere delegato della III sezione quater del tribunale, Giuseppe Sapone, dopo l'audizione di ieri mattina che ha visto i legali del Codacons e dell'avvocatura regionale convocati per una discussione preliminare del ricorso proposto dall'associazione di consumatori per contestare la composizione della Commissione d'indagine nominata dal governatore del Lazio, Renata Polverini.

Commissione secondo il Codacons illegittima per «conflitto d'interesse», dal momento che gli stessi componenti sono «dipendenti da strutture sanitarie regionali il cui operato è controllato dalla stessa regione». In particolare, il Tar ha ordinato all'amministrazione di depositare «tutti gli atti ivi compresi i relativi verbali da cui si possa evincere l'individuazione dell'arco temporale dell'indagine relativa al contagio della tubercolosi» all'interno del reparto di Neonatologia del Gemellì. Fissata al 28 settembre prossimo la camera di consiglio per la trattazione del ricorso in sede collegiale. Intanto sul caso dei bambini positivi al test della Tbc si è costituita una class action guidata dall'avvocato Giulia Bongiorno, il cui figlio nato a gennaio è rientrato nell'ultima tornata dei neonati sottoposti a monitoraggio dalla Regione Lazio poi risultato negativo al test.

L'avvocato racconta che dopo aver letto le notizie ad agosto, decise di chiamare il Gemelli per essere tranquillizzata e le risposero che non c'era nulla di cuoi preoccuparsi in quanto il figlio era nato a gennaio e l'infermiera aveva cominciato a lavorare a febbraio. Successivamente lo hanno però lo stesso sottoposto al test a cui è risultato negativo. A Giulia Bongiorno ha risposto ieri il Policlinico A. Gemelli: «Da parte del Gemelli non vi è stata, mai, alcuna menzogna ai genitori. – si legge in una nota – È fonte altresì di sorpresa che un operatore del Gemelli, a cui l’On. Avv. Buongiorno si è apprezzabilmente rivolta come una qualunque cittadina, possa aver dichiarato che 'l’infermiera in questione ha cominciato a lavorare successivamente a febbraio. Se un tale fatto venisse provato, incontrerebbe le dovute censure e misure disciplinari  Certamente l’On. Avv. Giulia Bongiorno potrà riferire quali siano stati i suoi interlocutori, quanti appartengano al Policlinico 'A. Gemelli', e chi fra loro abbia fornito l’informazione in questione». 

È SUCCESSO OGGI...

Insospettabile spacciava in casa: arrestato 39enne

15.000 euro in contanti suddivisi e ordinati in banconote da 50: è quanto hanno trovato i cinofili e gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Esposizione, nell’appartamento di un romano di 39 anni. Da...

Una barriera in mare per il ripopolamento ittico a Torvaianica. Il sindaco: “Salvaguardiamo la...

Si è svolta mercoledì scorso la presentazione ai pescatori del territorio del “Progetto Pegaso”: barriere artificiali e zone di ripopolamento ittico nel tratto di costa nel centro di Torvaianica davanti l'approdo dei pescatori. Il...

Rapisce la ex e la picchia: in casa dell’aggressore hashish e cocaina

La donna, sconvolta, si è presentata di mattina presto presso il commissariato Primavalle raccontando di essere appena riuscita a scappare dall’ex compagno che l’aveva, poche ore prima, rapita. La donna, mentre si apprestava a recarsi...
incidente Pontina

Ubriaco e drogato, schianto vicino Roma: un morto e un ferito

Incidente mortale nella notte in via della Mola Cavona a Ciampino, vicino Roma. Un'auto con a bordo tre persone e' finita contro il cordolo di una rotatoria e si e' ribaltata. Un passeggero, un...

Roma, entra in un negozio di antiquariato e si impossessa di una teca con...

E’ avvenuto in un negozio di antiquariato del centro storico. Una coppia è entrata confondendosi tra i clienti fin quando l’uomo, con mossa furtiva, si è impossessato di una teca contenente una corona antica ed...