Goletta verde, parte da Ostia la campagna di Legambiente

0
20

E' partita oggi da Ostia la campagna regionale di Legambiente Lazio. La Goletta verde, che rimarrà ancorata nel Porto turistico fino a domenica prossima, giovedì farà tappa per un giorno a Fiumicino. Il viaggio del veliero Catholica continuerà nelle prossime quattro settimane verso Civitavecchia, Anzio, San Felice Circeo, Gaeta e Ventotene.

"Ripartiamo nel Lazio per parlare di mare anche al di fuori della stagione balneare – ha spiegato la direttrice di Legambiente Lazio Cristiana Avenali – nel Lazio 63 km di costa, il 23 per cento del totale incluse le isole sono in fase di forte erosione. Un fenomeno naturale che puo' essere arginato grazie alla presenza di dune sulla costa, dando la possibilita' alle correnti di muoversi liberamente, con l'afflusso di nuova sabbia trasportata dai fiumi e con la presenza della Poseidonia oceanica, pianta acquatica che crea una barriera naturale. Al contrario i pennelli e le dighe soffolte, denunciano studi sul tema, comportano uno squilibrio e impediscono il necessario ricambio idrico creando una serie di piscine di acqua stagnante. Come si sta verificando – ha sottolineato Avenali – nel comune di Anzio dove le conseguenze dei lavori si sono viste tutta l'estate.

Dopo lo stop dei lavori ad Anzio, dove Legambiente ha denunciato la mancanza della valutazione di impatto ambientale, preoccupano i nuovi progetti che dovrebbero essere condotti su tutta la costa laziale per una spesa approvata di 26 milioni di euro. Ad Ostia i lavori di ripascimento finanziati da Regione e Campidoglio con 15,5 milioni di euro daranno piccoli risultati e solo sul breve termine. Perché nel contempo si progettano e realizzano nuovi porti, si cementificano gli argini fluviali e si creano nuove barriere rigide in acqua. Chiediamo alla Regione Lazio – ha concluso – di bloccare i progetti di ripascimento e aprire un serio confronto per cercare soluzioni alternative di minore impatto. Ogni giorno sulla Goletta verde saliranno a turno oltre cento ragazzi delle scuole per attività inerenti all'ecologia e al mare".