Termini, caos metro per sciopero macchinisti

0
89

Momenti di panico questa mattina a Termini dove le banchine erano piene di persone che non riuscivano a prendere la metro per andare a lavoro. La causa, uno sciopero “bianco” dei macchinisti e degli operai di manutenzione delle officine che ha portato alla diminuzione del numero dei convogli in viaggio.

“Per fortuna nessuno si è fatto male”, testimonia Fabio C che stamattina si è trovato alla stazione durante l’ora di punta quando si sono verificati i disagi. “Ho preferito fare tardi in ufficio – ha proseguito – e aspettare che la situazione tornasse alla normalità”. La stazione di Termini è stata chiusa per qualche minuto. "Abbiamo fatto scendere i passeggeri sulle banchine a blocchi perché erano troppi – spiega un addetto alla vigilanza – e i treni erano stracolmi di persone. Fortunatamente la situazione é tornata alla normalità.

L’episodio è avvenuto in un periodo di agitazione causata dalla delicata situazione finanziaria di Atac e del trasporto pubblico locale e oggi sono previsti incontri tra l’azienda e le organizzazioni sindacali. “Ci auguriamo che prevalga il senso di responsabilità di tutti – ha scritto in una nota l’azienda capitolina –  nel ribadire che Atac manterrà un atteggiamento di assoluta intransigenza nei confronti di chi supera i confini di una normale dialettica sindacale con atteggiamenti che non colpiscono l’Azienda ma tutti i cittadini, e sperando che dalla trattativa odierna emergano proposte concrete di soluzione alle problematiche, si riserva di valutare l’opportunità di presentare un esposto alla magistratura per tutte le fattispecie penali e civili che eventualmente emergessero".

Le polemiche politiche non si sono fatte attendere, con l’opposizione capitolina che attacca Alemanno.  "Anche oggi disagi e problemi per l'utenza sulla Metro A – dichiara in una nota Massimiliano Valeriani, consigliere comunale del Pd – lo scandalo Parentopoli e poi le scellerate politiche decise dal sindaco Alemanno e dal Campidoglio stanno mettendo in ginocchio la città. Sulla linea A girano pochissimi treni perché mancano i fondi per la manutenzione e molti convogli sono fermi nei depositi. Stamattina, inoltre, la Roma-Pantano è stata aperta addirittura con un'ora e mezzo di ritardo rispetto al normale inizio del servizio. Chiediamo al sindaco di occuparsi della città e dei suoi problemi – conclude Valeriani – e di non pensare solamente al Pdl e alle primarie per il dopo Berlusconi".

È SUCCESSO OGGI...

La scherma del Lazio per la rinascita del Porto di Roma

Una stoccata per la legalità e per contribuire alla “rinascita” del Porto Turistico di Roma un anno dopo il sequestro scaturito da un’inchiesta contro la criminalità organizzata. La Federazione Italiana Scherma, attraverso il Comitato...

Riciclava auto rubate ad Ariccia: arrestato

Nel cuore della notte, è stato sorpreso mentre stava "smembrando" una lussuosa Jeep, tagliandone il telaio con un frullino dopo averla spogliata delle relative parti elettriche e meccaniche.   Il rumore dello sferragliamento ha attirato nella...
Atac, Bruno Rota dimissionario

Atac, il direttore generale Bruno Rota si è dimesso. Polemica sul ritiro delle deleghe

L'amministratore unico Manuel Fantasia ha ritirato le deleghe del direttore generale Bruno Rota. Lo Comunica Atac in una nota. Ma interviene lo stesso Rota a spiegare la situazione sulle dimissioni, perchè le cose non starebbero così....
Virginia Raggi

Città Metropolitana, la sindaca Raggi mette a tacere le polemiche sulla mancata riunione

"Ho deciso di riaggiornare la Conferenza metropolitana per garbo istituzionale nei confronti del Prefetto di Roma". La Sindaca metropolitana Virginia Raggi, interviene dopo le polemiche di queste ore. La prima cittadina di Roma aggiunge: "Il...

Armi e droga, due arresti sul litorale romano

Negli ultimi due giorni, i carabinieri della Compagnia di Anzio hanno rafforzato i controlli sul territorio, e hanno arrestato due persone in flagranza di reato. In particolare, nel pomeriggio di mercoledì, i carabinieri del Nucleo...