Smog, 4 domeniche senza auto nella Capitale

0
17

È stato disposto per domenica prossima, 20 novembre, il blocco della circolazione dei veicoli privati nella fascia verde dalle 8.30 alle 17.30.

La direttiva è stata assunta dal Campidoglio per contenere il pericoloso aumento dei livelli inquinanti, che negli ultimi giorni hanno superato i limiti fissati. A partire dal 13 novembre scorso, infatti, le centraline dell'Arpa avevano evidenziato livelli di polveri sottili (Pm10) in crescita. Le centraline che hanno sforato il limite dei 50 microgrammi per metrocubo sono state Preneste (61), Francia (62), Magna Grecia (57), Cinecittà (64), Fermi (56), Bufalotta (60), Tiburtina (66), Arenula (55) e Malagrotta (55).

Il blocco riguarderà tutti i veicoli privati ad eccezione di autoveicoli euro 5, motocicli euro 3 e mezzi alimentati a gpl, metano, trazione elettrica e ibridi. "Il provvedimento – ha spiegato l'assessore all'Ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti – giunge perché, nonostante il decremento dell'inquinamento dell'aria, c'è stata una risalita in alcune stazioni di monitoraggio. Questa è la prima delle quattro domeniche di blocco auto che abbiamo deciso di predisporre, tra novembre 2011 e marzo 2012". 

Caustico il commento del consigliere comunale del Pd, Paolo Masini: “Come al solito il confusionario Alemanno cambia idea: ecco perché tutti lo chiamano ‘Retromanno’. Oggi la retromarcia arriva sulle domeniche senza auto. Ricordiamo quando nella campagna elettorale del 2008 Alemanno promise di abolirle perché, secondo lui, non servivano a nulla. Dopo tre anni e mezzo ha cambiato idea e ha rivalutato questo provvedimento che fu un simbolo delle giunte Rutelli e Veltroni. Comunque non può che farci piacere questo ennesimo cambio di linea del sindaco che si sta accorgendo solo ora di come in questi quasi quattro anni di governo abbia sbagliato tutto”.

Per chi circolerà, violando il divieto, è prevista una sanzione pari a 155 euro. Tutte le informazioni – compresa la cartina della fascia verde e l'elenco completo delle categorie esentate – saranno disponibili, a partire da domani, sul sito del Comune di Roma.