Censimento: al via seconda fase. Lazio tra le più ritardatarie

0
29

Il Lazio è tra le regioni più lente nella consegna del questionario del censimento dell’Istat, insieme alla Sicilia e alla Calabria. Terminava ieri, infatti, il termine per la consegna e da oggi prende il via la fase del recupero, da parte dei rilevatori comunali, dei questionari ancora non restituiti. A Roma c’è ancora tempo fino al 29 febbraio.

Sono quasi 16 milioni le famiglie che hanno puntualmente riconsegnato il questionario, scegliendo nel 37,3% dei casi la risposta tramite web, nel 32,3% hanno utilizzato i centri comunali e nel 30,4% la restituzione è avvenuta presso gli uffici postali.

Per garantirne la riconoscibilità, gli incaricati si presenteranno muti di tesserino con foto, nome e cognome, firma di un funzionario comunale e timbro del Comune. Qualora l'operatore comunale non esibisca questo documento, il cittadino potrà a tutti gli effetti richiederlo. I rilevatori continueranno inoltre a consegnare i questionari alle famiglie che non l'hanno ancora ricevuto.