Insegnanti del nido senza lavoro Asl: «Saranno reintegrate»

0
45

Sono state ricevute da Vittorio Bonavita, direttore generale della Asl RmB, le lavoratrici dell’asilo nido aziendale presso l’Ospedale Pertini di Roma che venerdì mattina, col sostegno dell’Unione Sindacale di Base, hanno protestato con forza davanti alla direzione dell’azienda sanitaria contro la loro mancata riassunzione malgrado gli impegni per la continuità occupazionale delle lavoratrici, assunte nel luglio scorso da Asl RmB e Regione Lazio. Le lavoratrici, fa sapere Usb, erano alle dipendenze della precedente società appaltatrice del servizio della quale avevano denunciato diverse irregolarità, incluso il ricorso al lavoro in nero, ma non sono state riassorbite dalla nuova società chiamata a gestire il nido del Pertini.

Nell’incontro, giunto anche a seguito della mediazione effettuata dalle forze dell’ordine e dell’assessorato alla Sanità della Regione Lazio, che hanno riconosciuto la rilevanza del problema, il direttore Bonavita ha a sua volta dato atto che non possono essere i lavoratori i quali denunciano le irregolarità di gestione a subire le conseguenze di tali denunce. Il direttore ha inoltre ha ribadito il proprio impegno a risolvere positivamente e definitivamente la vertenza, fissando allo scopo un incontro per martedì 22 novembre. Usb «esprime soddisfazione per il risultato ottenuto, ma considererà conclusa la vertenza solo quando verrà garantita la piena occupazione a tutte le lavoratrici coinvolte, anche a tutela della qualità di un delicato servizio pubblico all’infanzia».