Il Santa Lucia vince un altro ricorso

0
92

Con due sentenze depositate giovedì 17 novembre il Tar dà per l’ennesima volta ragione alla Fondazione Santa Lucia Irccs nell’interminabile contenzioso a colpi di carta bollata con la Regione Lazio. L’Istituto di via Ardeatina, dicono i giudici amministrativi del Lazio, ha pieno diritto di esercitare il suo ruolo e di essere retribuito in base al medesimo.  Così in una nota la Fondazione Santa Lucia con la quale si spiega che tutti i tagli, le limitazioni, i ridimensionamenti avviati per decreto nei confronti della struttura vanno annullati.

«C’è una linea di condotta di un organismo pubblico che va in rotta di collisione con i diritti, le attività, le aspettative, i programmi di un ente privato che per le sue caratteristiche è equiparato ad un soggetto pubblico» prosegue la nota. Fatto è che il Tar continua a ripetere che la Regione ha torto e l'istituto ha ragione.  Per la direzione del Santa Lucia non si tratta di sentenze salomoniche, non si tratta di sospensive, ma di atti cogenti che obbligano alla corresponsione ordinata e continuativa di finanziamenti certificati e stabiliti per legge. Il Tar ha annullato i decreti che escludevano patologie gravi e complesse dall’alta specialità neuro riabilitativa – limitandola esclusivamente ai pazienti con stato di coma grave con durata superiore ai sette giorni – e riducevano di conseguenza i posti letto della Fondazione; riducevano gli spazi di degenza e riabilitazione e la dotazione di personale per l’alta specialità neuro riabilitativa, assegnando quegli specifici posti letto a vantaggio esclusivo delle strutture pubbliche.

Il Tar, ancora, ha affermato che in quanto Irccs e ospedale di alta specialità neuro riabilitativa la Fondazione Santa Lucia è dotata di 325 posti letto specifici e ha il diritto/dovere di erogare il servizio pubblico ai pazienti colpiti da patologie neurologiche quali le mielolesioni, le cerebro lesioni vascolari e traumatiche e le malattie degenerative del sistema nervoso centrale.  Ora gli uffici di competenza della Regione dovrebbero prendere atto della situazione e fare la loro parte.  O assumersi la responsabilità di mantenere la situazione in una fase intollerabile di stallo.  

cinque  

È SUCCESSO OGGI...

Gli sparano a una gamba in piena notte

Un cittadino albanese di 29 anni è stato ferito da un colpo d'arma da fuoco a una gamba nella notte, in strada, a Roma. É accaduto intorno alle 3 in via Tiburtina. Sul posto i...

Trasporto Scolastico, il Consiglio di Stato da ragione al Comune di Cerveteri

Si chiude positivamente in favore del Comune di Cerveteri la vicenda giudiziaria legata all’appalto del servizio di trasporto scolastico che è stato affidato tramite bando pubblico alla ditta Turismo Fratarcangeli Cocco. A seguito dell’aggiudicazione del...
Ani DiFranco (photocredit GMDThree)

Ani DiFranco a Roma: la “piccola cantante folk” il 4 luglio a Villa Ada

L'anteprima del festival Villa Ada - Roma incontra il mondo avrà la sua indiscussa protagonista. Martedì 4 luglio tornerà a incantare i suoi numerosi fan la cantautrice americana, vincitrice di un Grammy Award, Ani...

Campidoglio, a Trastevere una targa per Lucio Dalla. Così Roma ricorda l’artista bolognese

Nella casa di vicolo del Buco a Trastevere Lucio Dalla ci ha vissuto per 10 anni, dal 1980 al 1990. Lì come ricorda l’amico Antonello Venditti - che insieme a De Gregori, Ron, gli...
Enea in viaggio, il teatro torna in strada (con un camion-palcoscenico)

Enea in viaggio, il teatro torna in strada (con un camion-palcoscenico)

Il teatro torna di strada. Un teatro itinerante e in trasformazione, fatto di incontri. Enea in viaggio continua il suo percorso con la seconda fase di attività che vede “il Teatro arrivare in Città”:...