Il Santa Lucia vince un altro ricorso

0
66

Con due sentenze depositate giovedì 17 novembre il Tar dà per l’ennesima volta ragione alla Fondazione Santa Lucia Irccs nell’interminabile contenzioso a colpi di carta bollata con la Regione Lazio. L’Istituto di via Ardeatina, dicono i giudici amministrativi del Lazio, ha pieno diritto di esercitare il suo ruolo e di essere retribuito in base al medesimo.  Così in una nota la Fondazione Santa Lucia con la quale si spiega che tutti i tagli, le limitazioni, i ridimensionamenti avviati per decreto nei confronti della struttura vanno annullati.

«C’è una linea di condotta di un organismo pubblico che va in rotta di collisione con i diritti, le attività, le aspettative, i programmi di un ente privato che per le sue caratteristiche è equiparato ad un soggetto pubblico» prosegue la nota. Fatto è che il Tar continua a ripetere che la Regione ha torto e l'istituto ha ragione.  Per la direzione del Santa Lucia non si tratta di sentenze salomoniche, non si tratta di sospensive, ma di atti cogenti che obbligano alla corresponsione ordinata e continuativa di finanziamenti certificati e stabiliti per legge. Il Tar ha annullato i decreti che escludevano patologie gravi e complesse dall’alta specialità neuro riabilitativa – limitandola esclusivamente ai pazienti con stato di coma grave con durata superiore ai sette giorni – e riducevano di conseguenza i posti letto della Fondazione; riducevano gli spazi di degenza e riabilitazione e la dotazione di personale per l’alta specialità neuro riabilitativa, assegnando quegli specifici posti letto a vantaggio esclusivo delle strutture pubbliche.

Il Tar, ancora, ha affermato che in quanto Irccs e ospedale di alta specialità neuro riabilitativa la Fondazione Santa Lucia è dotata di 325 posti letto specifici e ha il diritto/dovere di erogare il servizio pubblico ai pazienti colpiti da patologie neurologiche quali le mielolesioni, le cerebro lesioni vascolari e traumatiche e le malattie degenerative del sistema nervoso centrale.  Ora gli uffici di competenza della Regione dovrebbero prendere atto della situazione e fare la loro parte.  O assumersi la responsabilità di mantenere la situazione in una fase intollerabile di stallo.  

cinque  

È SUCCESSO OGGI...

Primo maggio con Cuori in ballo per una raccolta fondi per costruire una stalla e aiutare due giovani di Amatrice

Cuori in ballo: nuova iniziativa il 1° maggio per le popolazioni colpite dal sisma

Torna in scena Cuori in ballo per ricostruire, un gruppo di persone che si è unito per dare una mano alle popolazioni colpite dal sisma del centro Italia attraverso dei progetti solidali. PRIMO MAGGIO CON CUORI IN...

Rapinano un supermercato e vengono beccati: spericolato inseguimento in macchina

Agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile, nell’ambito dell’attività finalizzata alla repressione di reati predatori ed in particolare di rapine ai danni di esercizi commerciali, ha tratto in arresto, in flagranza di reato,...
pompieri capannelle suicidio

Capannelle, precipita dal terzo piano: gravissimo

Tragedia sfiorata, oggi, a Roma, nella zona di Capannelle. Intorno a mezzogiorno un uomo è precipitato giù dalla finestra di un appartamento al terzo piano di una palazzina di cinque piani. Sul posto, in...
inquilini-condomini-condominio-palazzo-px casilina

Casilina, incubo in un condominio: roghi, minacce di morte, droga e violazioni di domicilio

Teneva sotto scacco i condomini di un comprensorio di via Casilina, con le sue prepotenze che andavano dal furto e danneggiamento allo stalking. L'uomo, un romano di 34 anni, è stato arrestato dalla polizia...

Colosseo, dopo la sospensione dell’ordinanza Raggi tornano i centurioni

Tornano i centurioni al Colosseo. Il giorno dopo che il Tar ha sospeso l'ordinanza con cui il sindaco Virginia Raggi disponeva il divieto dell'attività dei centurioni nel centro storico della Capitale. Oltre dieci centurioni...