La Provincia di Roma a Bruxelles per il patto dei sindaci

0
23

“Come ogni anno la Provincia di Roma partecipa alla sessione plenaria del Patto dei Sindaci di cui è Struttura di Supporto per i Comuni dal giugno 2009. Per la nostra amministrazione il Patto dei Sindaci è un impegno concreto visto che la sfida della lotta ai cambiamenti climatici è centrale per la nostra agenda di governo, caratterizzata dall’adozione di un Piano di azione molto vasto in tema di sostenibilità ambientale, energetica e sui trasporti". Queste le parole dell’assessore alle politiche del territorio e alla tutela ambientale della Provincia di Roma, Michele Civita, che ha preso parte, oggi, alla sessione plenaria del Patto dei Sindaci a Bruxelles in rappresentanza dell’amministrazione provinciale.

“La Provincia di Roma – ha ricordato l’assessore – ha approvato, tra i primi enti locali in Europa, il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (SEAP) con il quale ci proponiamo di coordinare tutte le azioni che abbiamo messo in campo per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti, coerentemente con la Strategia dell’UE 20-20-20. Sono 29 i Comuni della Provincia di Roma che hanno aderito al Patto, per 500mila abitanti coinvolti. Grazie al supporto tecnico della Provincia di Roma sono stati realizzati i primi 16 bilanci di Co2 in altrettanti Comuni e, sulla base di questi, saranno predisposti i relativi Seap comunali. Grazie all’attività di supporto messa a disposizione della Provincia saranno attivati i fondi Bei per attuare in concreto quelle azioni utili a favorire il risparmio energetico, a partire dagli edifici pubblici attraverso interventi di efficientamento energetico su uffici e scuole della Provincia e su quelli dei Comuni che aderiscono al Patto dei Sindaci. Abbiamo già installato 212 tetti fotovoltaici su 185 scuole a gestione provinciale in project financing. L’obiettivo che ci siamo dati è quello di rendere strutturali per il governo del territorio le politiche per il risparmio, per l’efficientamento energetico e per la riduzione delle emissioni inquinanti attraverso il ricorso progressivo alle fonti rinnovabili”.