Targhe alterne, Bonelli: nano-provvedimenti da nano-amministrazione

0
36

Dura presa di posizione del capogruppo alla Regione Lazio e presidente nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli sulla questione delle targhe alterne: "Non è con nano-provvedimenti prese da una nano-amministrazione, che si fronteggia il grave problema delle nano-particelle. Questa amministrazione comunale è del tutto inadatta e inadeguata a fronteggiare l'emergenza smog. Le misure prese nelle ultime ore non serviranno a nulla, sono solo un palliativo che non risolverà affatto i gravi problemi strutturali della città. In questi anni la nano-amministrazione Alemanno non ha fatto nulla, e un paio di giorni di targhe alterne serviranno solo a battere cassa con qualche multa".

"L'inquinamento a Roma – ha proseguito Bonelli – ha ormai raggiunto livelli drammatici, e questa nano-amministrazione non ha fatto nulla a fronte dei pesantissimi tagli al trasporto pubblico realizzati dal precedente governo Berlusconi che hanno portato una riduzione del 20% delle corse del servizio di trasporto pubblico nella città di Roma. Secondo gli studi scientifici più accreditati lo smog nella Capitale provoca una mortalità tra le 800 e le 1000 persone l'anno; è come dire che ogni giorno 2 o 3 cittadini romani muoiono per cause direttamente connesse con l'inquinamento. Di fronte questa emergenza non c'è ancora una strategia, ma solo nao-misure tampone frutto di pura improvvisazione. Quale sarà la prossima? Chiedere ai cittadini di respirare a giorni alterni?".

"Ribadiamo quindi che è necessario che si costruiscano più tramvie di superficie, si potenzino le corse delle metropolitane extra-urbane come quella di Ostia che sta ormai al colasso totale, che si introducano bonus trasporto ai lavoratori per incentivare l'uso del trasporto pubblico. Purtroppo però – ha concluso il leader ecologista -, la situazione è destinata a peggiorare, perchè di fronte al disastro del trasporto pubblico locale, ci sarà la paralisi della città per l'aumento del taffico e quindi l'aumento e il peggioramento dell'inquinamento".