Nuovo Leonardo Express. Lite interna al centrodestra

0
22

Polemica tutta interna al centrodestra sul Leonardo Express che collega l'aeroporto Da Vinci di Fiumicino con la stazione Termini. Il coordinatore regionale del Pdl Vincenzo Piso e l'ex assessore regionale con la giunta Storace Francesco Aracri contestano la sostituzione, il prossimo 2 dicembre, delle vecchie carrozze del convoglio con due «Minuetto agganciati». Una soluzione, secondo i due esponenti del Pdl, che genererà «problemi di affidabilità» e minori introiti. Di qui la necessità che «la leva degli introiti del Leonardo Express deve essere nelle mani della Regione e non in quelle di Trenitalia» attraverso «la liberalizzazione del servizio» che Regione Lazio e Roma Capitale dovrebbero avviare.

Posizione duramente contestata dalla presidente della Regione Renata Polverini, che accusa Aracri e Piso di «non conoscere le tematiche che riguardano la Regione Lazio e su cui la Giunta è particolarmente impegnata». «Attendo, invano, da almeno un anno e mezzo – aggiunge Polverini – di apprendere quale sia il progetto politico del Pdl di Roma e Lazio sulle prospettive del trasporto pubblico locale. L’unica cosa di cui sembrano occuparsi è la privatizzazione della tratta che collega Roma all’aeroporto di Fiumicino, e che al momento è determinante per far viaggiare i pendolari». «Le innovazioni che abbiamo introdotto per migliorare la linea Leonardo Express – prosegue la governatrice – saranno presto a disposizione di tutti i passeggeri, sia turisti che cittadini di Roma e del Lazio, che avranno treni completamente rinnovati e, inoltre, attraverso l’attestamento al binario di testa della stazione di Roma Termini si ridurrà il reale tempo di percorrenza».

Parole condivise dall'assessore alla mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma, secondo cui «le novità introdotte sulla linea Leonardo Express andranno a beneficio di tutti gli utenti del trasporto pubblico, migliorando sensibilmente la qualità di un servizio primario come quello che collega la città di Roma al suo principale aeroporto e riducendo i tempi di percorrenza della tratta». Per Aurigemma «la presidente ha fatto benissimo a rispedire al mittente le critiche» di Aracri e Piso. «Per quanto riguarda il progetto politico del Pdl di Roma e Lazio sul trasporto pubblico locale, se la presidente Polverini attende chiarimenti da un anno e mezzo – sottolinea Aurigemma – nella Capitale aspettiamo addirittura da tre anni. Se i vertici cittadini e regionali del partito non sono in grado di dare risposte, nonostante le frequenti e reiterate richieste della base, siamo lieti che ci siano persone elette, e non nominate, in grado di farsi interpreti delle esigenze delle realtà territoriali troppo spesso ignorate».