Prezzi, lieve calo a Roma a novembre (-0,2%)

0
42

Novembre in frenata per l’inflazione a Roma con una variazione dei Prezzi al Consumo per l’Intera Collettività Nazionale (NIC) del -0,2% rispetto al mese precedente e mentre su base annua si attesta al +3,9%. A comunicarlo, l’Ufficio Statistica del Campidoglio.

I prodotti che segnano una variazione significativa riguardano gli alimentari e le bevande analcoliche (+1,1%), l’abitazione, l’acqua, l’energia elettrica e i combustibili (+0,7%), i servizi ricettivi e di ristorazione (-3,2%). 

Per quanto riguarda le classi di prodotto, la frutta risulta essere quella con la maggiore variazione (+6,8%). Seguono i vegetali (+3,7%), il gasolio per riscaldamento (+3,4%) e gli apparecchi per il trattamento dell’informazione (+2,9%).
Sono invece diminuiti: servizi di alloggio (-15,3%), trasporto aereo passeggeri (-13,0%), trasporto marittimo e per vie d’acqua interne (-7,1%), pacchetti vacanza (-6,4%), supporti di registrazione (-5,8%) e apparecchi fotografici e cinematografici e strumenti ottici (-2,9%).

Le variazioni tendenziali più consistenti in assoluto si osservano invece per le seguenti classi di prodotto: trasporto marittimo e per vie d’acqua interne (+30,4%), gioielleria ed orologeria (+25,2%), gasolio per riscaldamento (+19,9%), carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (+16,3%), caffè, tè e cacao (+14,8%), Gas (+11,8%), mense (+11,5%), raccolta rifiuti (+10,8%), apparecchi telefonici e telefax (-17,3%) e apparecchi per il trattamento dell’informazione (-13,5%).