Alemanno e l’amico della ’ndrangheta

0
98

La sfortuna, o meglio, le cattive frequentazioni di Gianni Alemanno non hanno limite. Lasciamo perdere la storiaccia di don Ruggero Conti recentemente condannato per pedofilia e grande supporter della campagna elettorale del sindaco nelle parrocchie delle periferie. Solo pochi mesi fa è stato arrestato  Giorgio Magliocca, per alcuni mesi consulente del sindaco, che secondo l'accusa sarebbe stato legato al clan camorrista Ligato-Lubrano. Ieri un'altra botta, questa volta da Milano, dove l'Antimafia ha arrestato una serie di personaggi insospettabili per presunta collusione con la 'ndrangheta' calabrese. Corruzione, favoreggiamento personale, rivelazione del segreto d'ufficio con l'aggravante di aver agevolato le attività di una cosca.

Con queste accuse la Dda di Milano ha arrestato il giudice Vincenzo Giglio, 51 anni, presidente anche di Corte d'Assise e della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria. Secondo gli inquirenti avrebbe favorito un esponente del clan Lampada e gli interessi di quella cosca.  L'inchiesta del procuratore aggiunto milanese Ilda Boccassini e dei sostituti procuratori Paolo Storari e Alessandra Dolci ha fatto scattare le manette anche per l'avvocato milanese Vincenzo Minasi e per Francesco Morelli – e qui entra in ballo Alemanno – componente del Consiglio Regionale della Calabria, eletto nella lista 'Pdl-Berlusconi per Scopelliti'. Morelli, 53 anni, è stato eletto nel Consiglio regionale della Calabria, nella circoscrizione di Cosenza, ed è presidente della Commissione Bilancio. Il politico fa parte della fondazione del sindaco Nuova Italia e con lui  ha fondato "Area", la rivista/movimento della Destra Sociale di An che alla fine degli anni '90 riportava le posizioni della Destra Sociale.

Nella biografia pubblicata sul suo sito si legge che il Morelli nel 1993 ha conosciuto a Roma Alemanno «con il quale si è creata subito una sintonia»  e che «negli anni successivi ha trovato compiuta maturazione il totale convincimento della assoluta convergenza con la precedente esperienza politica, nei valori e principi della componente Destra Sociale di Alleanza Nazionale». Tale era la famigliarità fra i due che fu proprio Gianni a sponsorizzare in pubbliche manifestazioni (vedi video http://www.cinquequotidiano.it/news.asp?id=5261) la candidatura dello stesso Morelli alle ultime regionali indicandolo come "la persona giusta" per il rinnovamento della regione.

Area, attualmente rivista on line, ebbe i suoi natali con l'omonima associazione ispirata da La Destra Sociale fondata da Gianni Alemanno e Francesco Storace. I due fecero parte della  direzione del mensile almeno sino alle elezioni comunali del 2008. La rivista entrò anche nella vicenda del crack della Parmalat di Callisto Tanzi quando nel corso delle indagini Bordoni, amministratore inquisito della società, ammise di aver concesso  85mila euro di pubblicità alla rivista di Alemanno, che allora era ministro dell'Agricoltura. La prossimità di ambienti di destra con le cosche venne fuori anche dalle indagini che portarono in galera, e all'attuale processo,  Gennaro Mokbel, finanziere e faccendiere  dalle note frequentazioni con gli ambienti della destra romana. L'arresto di Mokbel portò alle dimissioni del senatore Nicola De Gerolamo inquisito anche per poco raccomandabili frequentazioni calabresi. Da ricordare che il senatore, strumento consapevole degli affari del Mokbel, si garantì un collegio fra gli immigratiti Italiani in Germania  anche grazie alle solerti cure di quello Stefano Andrini, in passato estremista, poi rimosso dall'amico Alemanno dai vertice di AMA Service dove era stato collocato. Le cronache fanno quindi emergere con inusitata frequenza liason più o meno lontane della destra romana con ambienti della malavita organizzata, anche se ieri alcune agenzie precisavano che il sindaco non risulta coinvolto nelle indagini, ma che anzi, dalle intercettazioni emergerebbe tutto il rammarico del Morelli per il possibile coinvolgimento dell'onorato nome del sindaco di Roma.

Giuliano Longo

È SUCCESSO OGGI...

Roma, l’auto non è riparata e tenta di investire e dare fuoco al meccanico

Quando un romano di 49 anni ha saputo che la sua autovettura non era ancora stata riparata, ha iniziato ad inviare messaggi minatori sull’utenza telefonica del meccanico. Non avendo ricevuto risposta, ieri sera, si è...

Sabato al Museo di Roma l’opera lirica e la musica ungherese con Roma Tre...

Continuano le aperture straordinarie in orario serale del Museo di Roma Palazzo Braschi. Anche il prossimo sabato 29 luglio il museo che affaccia su Piazza Navona rimarrà aperto dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso...

Arriva il nuovo album di Nina Zilli: a settembre esce Modern Art

Venerdì 1 settembre esce MODERN ART, il nuovo album di studio di NINA ZILLI, un nuovo progetto discografico moderno, proprio come traspare dal titolo, che la cantautrice piacentina ama definire urbano/tropicale (è scritto tra Milano e la...

Roma, estradizione a tempi di record per Carlo Gentile

Un’estradizione a tempi di record quella che ha riguardato Carlo Gentile, il 51enne romano ricercato dal 2015 poiché ritenuto responsabile degli omicidi di Federico Di Meo, assassinato a Velletri il 24 settembre del 2013...
acqua acea magliana

Siccità, scongiurata (per ora) l’ipotesi di lasciare a secco un milione e mezzo di...

Come previsto una soluzione è sempre possibile e almeno per ora viene scongiurata l’ipotesi di lasciare a secco un milione e mezzo di romani attanagliati dalla crisi idrica. Ma andiamo per ordine. Ieri sera si...