Santa Lucia, raggiunto l’accordo con la Regione

0
24

Il Santa Lucia non chiuderà. I pazienti potranno continuare a curarsi in questo polo di eccellenza per la riabilitazione neuromotoria e i lavoratori manterranno il loro posto di lavoro. La bella notizia è giunta ieri sera, verso le 22, comunicata direttamente dai vertici della Fondazione e dai sindacati aziendali, a margine dell'accordo siglato con la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini.

Un impegno reso pubblico anche dalla Regione Lazio che si è impegnata “a riconoscere alla Fondazione Santa Lucia l'importo complessivo di circa 50 milioni di euro. Oltre 26 milioni saranno corrisposti entro il 16 gennaio 2012 a copertura dei debiti pregressi relativi al biennio 2005-2006 e della valorizzazione delle attività per gli anni 2009 e 2010”. La Regione, inoltre, “procederà a corrispondere ulteriori 18,4 milioni di euro comprensivi dell'integrazione degli acconti già versati per l'anno 2011, acconto dicembre 2011, acconto gennaio 2012 calcolati in considerazione dell'imminente adozione del decreto di recepimento dell'accordo di remunerazione relativo all'anno 2011”.

Visibilmente soddisfatta la governatrice Polverini: “La Regione Lazio ha lavorato tutti questi mesi con grande impegno nella soluzione della vertenza con il Santa Lucia per garantire le prestazioni ai tanti pazienti oltre che la tutela dei posti di lavoro e le prestazioni ai pazienti”. “Con questo spirito – ha aggiunto – nell'ambito delle gravi e note difficoltà finanziarie che questa amministrazione sta affrontando, non abbiamo rinunciato a dare una risposta positiva, operando sempre con serietà e senso di responsabilità”.

 

Per approfondimenti:

Il Santa Lucia vince un altro ricorso  

Lavoratori S. Lucia manifestano sotto la Regione 

S. Lucia, manifestanti bloccano viabilità per la quarta volta 

Nuovo sit-in dei lavoratori del S. Lucia 

Giù le mani dal S. Lucia 

Santa Lucia, il Tar sospende decreti regionali