Targhe alterne, Bonessio (Verdi): un flop completo

0
22

“È un flop completo e assoluto quello delle targhe alterne di ieri: una vera Caporetto dello smog. Il provvedimento tardivo e tampone preso in fretta furia da Alemanno dopo tre anni di colpevole 'sonno' in materia di traffico e inquinamento e traffico”. Duro il giudizio del presidente dei Verdi del Lazio, Nando Bonessio, sul provvedimento adottato dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

“Il report prodotto dall’Arpa sulla giornata di ieri – ha spiegato Bonessio – è un vero e proprio bollettino di guerra per Roma e per la salute dei cittadini. In tutte le centraline, eccetto una, i PM10 sono sopra il limite tollerato (50 ug/m3) con punte di 87 ug/m3 nei quartieri Preneste e Tiburtino, 76 ug/m3 a Malagrotta, 77 ug/m3 a Bufalotta e 52 ug/m3 persino a Villa Ada. Lo sanno anche i sassi che le polveri sottili, i PM10, hanno delle dinamiche di formazione e persistenza nell’aria che non si combattono con provvedimenti episodici ed estemporanei, e soprattutto che sono il prodotto complessivo del traffico”.

Per Bonessio sarebbe bene che il sindaco Alemanno “mettesse in campo provvedimenti strutturali seri e concreti in materia di trasporto pubblico, di lotta alla sosta in doppia fila e di dissuasione attiva al traffico veicolare privato, come la riduzione delle carreggiate riservate alle auto, l’aumento delle corsie preferenziali e lo sviluppo della mobilità ciclistica. Al contrario si vuole disincentivare il Tpl in tutti i modi con provvedimenti come l’aumento del biglietto e la riduzione delle corse sulla Roma Lido”.