Opera, stagione 2011-2012: boom di presenze e incassi

0
23

Un tutto esaurito, come non accadeva da anni, per il Teatro dell’Opera di Roma. Dal 27 novembre, data d’apertura della nuova stagione 2011/2012, ogni replica del Macbeth di Verdi, con la direzione del Maestro Riccardo Muti e la regia di Peter Stein, è stata infatti seguita da ben 1.500 persone. 

Il giorno dell’apertura della vendita degli abbonamenti e dei biglietti lunghe code di pubblico hanno atteso, sin dalla notte precedente, l’apertura del botteghino. Record di tutto esaurito che riguarda innanzi tutto le opere dirette dal Maestro Muti, il Macbeth che stasera e domenica avrà le due ultime repliche (su un totale di 7), e l’Attila di Verdi che andrà in scena in maggio. Una costante crescita di consenso e di premio da parte del pubblico per l’alto livello artistico raggiunto dall’Opera in questi due ultimi anni. Il riempimento del Teatro registra dunque un aumento dell’86 per cento (dal 73% del 2007), con un importante valore per l’opera lirica, nella stagione 2011, del 90 per cento di media e per il balletto dell’80 per cento.

Oltre al tutto esaurito in ogni replica del Macbeth, va sottolineata una richiesta in crescita per Lo schiaccianoci (in scena dal 20 dicembre) che registra già alcune serate complete. Crescita anche nella vendita dei biglietti per gli spettacoli del 2012 con un aumento, rispetto alla passata stagione, del 13 per cento.