Sorrisi in webcam per aiutare il \”Bambino Gesù\”

0
44

"Un sorriso non costa niente, ma a volte può cambiare la giornata in meglio”. Per questo motivo l’associazione non-profit 'Smile for a Smile' ha deciso di raccogliere i sorrisi dalle persone di tutto il mondo tramite una nuova applicazione di Facebook, che riconosce quando la persona davanti alla webcam sta sorridendo.

Fino al 25 dicembre, gli utenti di tutto il mondo possono scattarsi una foto del loro sorriso e donarla, insieme a un’eventuale offerta in denaro, all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. L’obiettivo è di raccogliere migliaia di sorrisi da proiettare durante un evento di beneficenza.

“Smile for a Smile è stato creato per convincere il maggior numero di utenti di Facebook a contribuire a far sorridere gli altri", ha spiegato in una nota Alessandro Petrucciani, 24enne romano neo-laureato all’Esade Business School di Barcellona, e ideatore del progetto. “Circa il 12% della popolazione mondiale ha un account Facebook – aggiunge Petrucciani – e quando si dà un’occhiata a quello per cui la gente si preoccupa, ci si accorge che è troppo coinvolta in problemi minori. Per quanto possano essere importanti, dobbiamo sempre ricordarci che ci sono altre cose, forse più importanti, che ci possono far sentire meglio e sorridere”.

Il progetto Smile for a Smile è stato sviluppato, in collaborazione con l’ospedale pediatrico Bambino Gesù, da quattro studenti provenienti da Italia, Germania, Austria e Turchia.