Aggressione a Prati, Pd: vergognosa interrogazione dei deputati su Palladino

0
26

“È vergognosa e offensiva verso le forze dell’ordine e gli inquirenti, così come per il ruolo che dovrebbero avere i rappresentanti istituzionali, l’interrogazione presentata da alcuni deputati sull’arresto del militante di Casapound Palladino in merito all’aggressione del 3 novembre 2011 a Prati Fiscali e la cui ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata di recente confermata dal Tribunale del Riesame di Roma”. Così, in una nota congiunta, i consiglieri del Pd comunale, Massimiliano Valeriani, provinciale, Marco Palumbo e regionale, Enzo Foschi.

“Assistiamo – prosegue il comunicato – alla difesa dell’indifendibile, addirittura alla colpevolizzazione della vittima di una violenza gravissima, in uno stravolgimento della realtà che ha dell’incredibile. La richiesta di questi deputati al ministro degli Interni di assumere iniziative contro presunte 'aggressioni subite dai militanti di CasaPound', invece di condannare la presenza sul territorio di un’organizzazione dichiaratamente neofascista, i cui principi ispiratori sono quelli della violenza e dell’odio razziale e dell’omofobia, è un inaccettabile schiaffo alla democrazia e alla Costituzione italiana. L’unica interrogazione che andrebbe fatta è perché una realtà come CasaPound, la cui ideologia di 'Fascisti del terzo millennio', come si autodefiniscono i suoi militanti, è ben nota e in contrasto con le leggi vigenti, possa continuare ad agire indisturbata e addirittura trovare sponda tra le istituzioni”.

“È tra l'altro di oggi – concludono i consiglieri – la notizia della lista nera con nomi della politica locale, della magistratura e della società civile pubblicata su un forum neonazista. Il fatto che l’Italia sia uno dei pochi Paesi europei a non avere ancora bandito un simile forum sul web fa capire come esista ormai un’emergenza legata al riaffacciarsi di queste pericolose forme di estremismo nero e all'assenza di un fermo contrasto”.