Trasporti, trovato l’accordo tra Governo e Regioni

0
22

È stato finalmente raggiunto l’accordo tra il governo e le regioni sul trasporto pubblico locale che nel 2012 verrà finanziato con 1,6 miliardi.

“Siamo sulla strada di un accordo – ha spiegato il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni – dobbiamo verificare alcuni numeri e mettere a punto un documento che colleghi le risorse ad una forte razionalizzazione del servizio che le Regioni si impegneranno a fare”. Fino a quest'anno le risorse con le quali era stato finanziato il trasporto erano state pari a 2,055 miliardi. “I governatori hanno accettato dei tagli dal momento che si passerà a 1,5-1,6 miliardi”, ha chiarito Formigoni. Finora, per finanziare il trasporto, il Governo aveva trovato circa 1,2 miliardi. Arriveranno altri 314 milioni con un decreto che verrà messo a punto entro il 31 dicembre, mentre ulteriori 86 milioni sono da reperire. “C'è infine l'impegno ad andare alla fiscalizzazione completa delle risorse a partire dal 2013”, ha concluso Formigoni.

Soddisfatta la presidente della regione Lazio Renata Polverini: “Abbiamo messo al riparo, grazie all'accordo che abbiamo sottoscritto, il trasporto su ferro, che era stato un impegno dei presidenti delle Regioni, anche con il gesto eclatante della riconsegna degli accordi con Trenitalia. Rimane la complessità della ristrutturazione e dell'efficientamento del Tpl, a cominciare dalle grandi città e dalle grandi aziende”. “Per questo ciascuna Regione, noi l'abbiamo già fatto, – ha spiegato Polverini – aprirà un tavolo con i Comuni interessati a questo processo e, al tempo stesso, si aprirà un tavolo congiunto anche con il Governo che accompagna la risoluzione di questo problema. Sul trasporto su ferro c'era un impegno di trasferimento da parte del Governo nazionale, quindi oggi abbiamo portato a casa un risultato importantissimo. Per il resto, l'impegno era di risorse regionali, che a causa delle ultime manovre hanno subito un notevole taglio, ed è quindi evidente che il problema è tutto da gestire. Se però ci avviamo verso un sistema virtuoso che ci porta a un servizio efficiente, è evidente che troveremo una soluzione anche su questo”.