Finanziaria, la stangata della Regione: aumentati benzina e bollo auto

0
23

È in arrivo la stangata. Nella notte è stata approvata la Finanziaria regionale, da 1,7 miliardi di euro, che, oltre ai tagli alla spesa per 1,4 miliardi, prevede un aumento delle entrate per 300 milioni. Cifra che sarà ricavata soprattutto attraverso l’introduzione di una nuova imposta regionale sulla benzina e con l'aumento del bollo auto.

"Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mario Abbruzzese (Pdl), – ha comunicato l'area informazione del Consiglio regionale – alle ore 2,30 ha approvato con 40 voti a favore, e 21 contrari la Finanziaria regionale (PL 291) e, poco dopo, il Bilancio di previsione 2012 (PL 292)". Dopo la votazione finale è intervenuta la presidente della Regione, Renata Polverini, per ringraziare tutti coloro che hanno lavorato sulla manovra. E a proposito della vicenda dei vitalizi la presidente ha dichiarato: “Rivendico di aver sostenuto le modifiche apportate dalla commissione Bilancio alla proposta della giunta: questa è la mia squadra, la difendo a ogni costo, e la ringrazio. La scelta di non aver portato il 'collegato' è solo di questa giunta, e per la prima volta abbiamo approvato un bilancio difficile in un momento difficile, senza ricorrere al maxiemendamento. Questo è un merito che tutto il Consiglio si deve prendere''. "La manovra nel suo complesso vale 1,7 miliardi di euro, tra tagli alla spesa (1,4 miliardi) e maggiori entrate per 300 milioni di euro – si legge nella nota della Regione – Le entrate e le uscite del Bilancio di previsione 2012 (PL 292) sono pari a 28 miliardi e 770 milioni di euro in termini di competenza e in 36.556.032.644,38 euro in termini di cassa. Il disavanzo sanitario 2011 è stimato in 840 milioni di euro”.

Il capogruppo del Pd, Esterino Montino nel corso della dichiarazione di voto finale ha dichiarato: “Credo che sia la prima volta che non ci sia stato uno, dico un solo emendamento dell’opposizione accolto. Mi rifiuto di pensare che le opposizioni siano così capre, così ignoranti che abbiano presentato 350 stupidaggini. Mi sembra un atteggiamento arrogante. Noi abbiamo fatto un atto di responsabilità nel presentare una contromanovra asciutta, per non prolungare questa discussione, visto il momento. La risposta è stata questa: approvare zero emendamenti. Ne prendiamo atto – ha concluso Montino – Cambieremo registro profondamente: la discussione sarà più dura e serrata.”. Vincenzo Maruccio è intervenuto per annunciare il voto contrario dell’Italia dei valori, dichiarando che “Questa maggioranza di fatto porta a casa un solo articolo, il 10, quello dei vitalizi, dimenticando tutto ciò che accade fuori.”. No convinto del capogruppo dei Verdi, Angelo Bonelli, secondo il quale: “è una manovra che non ha respiro, assolutamente recessiva”. A conclusione della seduta, il presidente Abbruzzese ha annunciato che la votazione del Piano rifiuti verrà effettuata il 18 gennaio 2012.