Natale, con Comunità S. Egidio pranzo in 73 paesi: a Roma in 700 persone

0
28

Sono state 700 le persone che hanno preso parte al tradizionale pranzo di Natale organizzato per i poveri dalla comunità di S. Egidio nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma. Tra gli ospiti, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, la presidente della Regione Lazio Renata Polverini e diversi alti prelati da ogni parte del mondo.

Il Pranzo di Natale con i poveri è una tradizione della Comunità di Sant'Egidio da quando, nel 1982, un piccolo gruppo di persone povere fu accolto attorno alla tavola della festa nella Basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma. Erano pochi invitati: alcuni anziani del quartiere che in quel giorno sarebbero rimasti soli e alcune persone senza fissa dimora conosciute nelle strade di Roma. Da allora la tavola si è allargata di anno in anno e da Trastevere ha raggiunto tante parti del mondo, dove la Comunità di Sant’Egidio è presente. Molti amici aiutano volontariamente.

Quest’anno il Pranzo di Natale con la Comunità di Sant’Egidio si è tenuto in 73 paesi del mondo: 32 in Africa, 6 in Asia, 20 in Europa,15 nelle Americhe. Oltre 500 le città: megalopoli come Manila e Città del Messico, piccoli villaggi africani, da Parigi a Jakarta e San Salvador. più di 130.000 le persone, una famiglia che si riunisce a Natale ma che si rinnova durante tutto l’anno. In Pakistan 10 Pranzi di Natale in altrettante città ( Islamabad, Lahore…), a tavola, insieme cristiani e musulmani, mentre il Natale si fa solidarietà e dialogo, arte del convivere. Buenos Aires, Nord e Sud America. I Pranzi di Natale nel mondo della Comunità di Sant’Egidio sono tutti autofinanziati e sono possibili grazie alle raccolte di fondi spontanee, paese per paese. Oltre diecimila volontari coinvolti nel mondo, 300 mila regali. Chi vuole sostenere i pranzi di Natale può farlo attraverso il sito www.santegidio.org per donazioni.