CasaPound, deferito console Vattani dopo partecipazione a concerto “fascio-rock”

0
38

Mario Vattani, console italiano a Osaka, è stato deferito. La Farnesina ha preso questa decisione dopo che ieri un articolo comparso su l'Unità ha svelato la “doppia vita” del funzionario.

“È il console italiano a Osaka il leader del gruppo fascio-rock” titola il pezzo, che testimonia dell'attività di Vattani come rocker di destra, leader del gruppo Sottofasciasemplice, esibitosi nel maggio di quest'anno a “La tana delle tigri”, raduno organizzato da CasaPound. La sua prima apparizione dal vivo, dopo anni di assidua attività musicale senza però mai uscire allo scoperto.

Vattani, classe 1966, conosciuto come Katanga negli ambienti della destra identitaria, fonda la band nel 1996, dopo una precedente esperienza come cantante negli Intolleranza. La sua militanza nella scena della destra estrema prosegue di pari passo con la sua affermazione in campo diplomatico. Figlio d'arte – il padre Umberto è stato due volte Segretario Generale del Ministero degli Esteri – da ragazzo milita nel Fronte della Gioventù. La carriera diplomatica inizia nel 1991: guida l'ufficio economico commerciale all'ambasciata di Tokyo, diventa console italiano al Cairo, viene chiamato da Gianni Alemanno come suo consigliere diplomatico durante le cariche di Ministro delle Politiche Agricole e di sindaco. Ma non smette per questo di dedicarsi alla musica, tanto da incidere dischi con i Sottofasciasemplice per l'etichetta Rupe Tarpea, dai titoli combattivi quali “Perseo”, “Crociato” e “Filo Spinato” e collaborare con il gruppo simbolo della scena, gli Zetazeroalfa.

Avrebbe forse potuto continuare senza quel peccato di hybris che lo ha portato a esibirsi in pubblico. È stato infatti un video della serata, diffuso su Youtube, a far scattare l'identificazione tra Katanga e Vattani. E, messo al corrente dell'accaduto, il ministro Terzi non ha potuto far altro che deferirlo alla Commissione disciplinare degli Esteri.