Pd all’attacco del Tgr Lazio: \”è TeleAlemanno\”, \”vomitevole\”

0
38

“La faziosità del Tg regionale del Lazio ormai è vomitevole. Accanto alla più classica parzialità nei servizi e nei commenti a favore del centrodestra, si sta aggiungendo da tempo una sorta di grottesco culto della personalità nei riguardi della Polverini e di Alemanno”. Non usa mezzi termini il senatore Pd Vincenzo Vita, componente della commissione di Vigilanza Rai, nel lanciare le sue accuse al telegiornale regionale del Lazio, colpevole, a suo dire, di eccessiva partigianeria politica.

A fargli eco, le dichiarazioni, non meno dirette, del segretario Pd di Roma, Marco Miccoli: “Ogni giorno, da mesi, il Tgr del Lazio è il più fedele alleato di Gianni Alemanno, un sindaco fallimentare che ha ridotto Roma ad una città degradata e insicura. Ma di tutto ciò non traspare mai quasi nulla dalle cronache del tg regionale, che ogni giorno diventa la cassa di risonanza di un sindaco che ormai evita iniziative fra la gente e fa solo conferenze stampa e comparsate in tv. Questo non è servizio pubblico, ma è 'TeleAlemanno’”. “Chiediamo immediatamente che il Dg Lorenza Lei inizi a verificare quello che succede al Tg3 regionale del Lazio – ha concluso Miccoli – La Rai non può chiedere il pagamento del canone e poi produrre un tg cosi fazioso”.

Vincenzo Vita, che vede il tg del Lazio ormai in pole position per la maglia nera tra i diversi tg regionali, si è quindi detto intenzionato a portare “la questione nella sede competente, la commissione parlamentare di vigilanza, per valutare se l'attuale direzione della testata è ancora compatibile con il ruolo del servizio pubblico”.