Contro gli sprechi arriva il progetto: “Il pane a chi serve”

0
58

Dove vanno i quintali di pane che a Roma e provincia restano invenduti? Possono essere recuperati invece di essere buttati? Le risposte a questi quesiti hanno portato alla nascita del progetto "Il pane a chi serve", presentato ieri mattina dal sindaco, Gianni Alemanno, dal presidente delle Acli Roma, Cristian Carrara, e dal presidente dell'Unione Panificatori-Confcommercio Roma, Giancarlo Giambarresi, al Forno Duerre, zona Rebibbia.

Con il progetto si vuole creare e sviluppare una rete solidale tra negozianti e le realtà sociali presenti sul territorio di Roma. L'iniziativa si rivolge a 25 realtà, tra associazioni, enti, cooperative, che si occupano a 360 gradi di sostegno alle fragilità sociali e parte in via sperimentale in due municipi della Capitale: il IV e l'XI. L'obiettivo e' quello di ridistribuire, in questa prima fase, almeno due quintali di pane e prodotti da forno ogni giorno. Il progetto 'A chi serve' è articolato in diverse fasi. La prima: tra gennaio e febbraio sui due municipi riguarda la ricerca e la messa in rete degli esercenti e delle associazioni da coinvolgere. La seconda: tra marzo e dicembre ci sarà la fase operativa, e tra ottobre e dicembre partirà la fase di verifica e comunicazione dei risultati raggiunti.

 

 Alemmano " Esperto Panificatore" inforna per i poveri